Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Vietato ai maggiori >> Percorsi di lettura >> Archivio delle rassegne >> Rassegne 2014 >> Un mondo in bianco e nero? No, grazie!
 

Un mondo in bianco e nero? No, grazie!

Immagine tratta dal film The Giver

L'uomo scosse la testa. <<No, no. Non sono stato chiaro. Non è il mio passato, la mia infanzia, che devo trasmetterti>>. Appoggiò la testa allo schienale imbottito. <<Devo trasmetterti le memorie dell'umanità intera. Di quelli che c'erano prima di te e prima di me e prima del precedente Accoglitore e infinite generazioni prima di lui>>.

Jonas si accigliò. <<Dell'umanità intera? Non soltanto le nostre, cioè? Non soltanto della Comunità? Intendo dire... anche le memorie di Altrove?>> [...]

<<C'è molto di più. C'è tutto quello che va al di là... cioè l'Altrove... e va indietro e indietro e indietro nel tempo. Quando fui scelto, ricevetti tutte queste memorie. E qui, in questa stanza, in solitudine, le ho vissute e rivissute. Così si acquisisce la saggezza. Così forgiamo il futuro>>.

S'interruppe, respirando a fatica. <<Sono un tale peso, le memorie>>.

Di colpo, Jonas si sentì terribilmente in ansia per lui.

<<E' come... come scendere in slitta giù per una collina innevata>> disse alla fine il vecchio. <<All'inizio è esaltante: la velocità, l'aria limpida e tagliente; ma poi la neve si accumula, blocca i pattini e ti rallenta, e devi fare forza per proseguire e...>>> Si bloccò e scosse la testa, scrutando Jonas. <<Tutto questo non significa nulla per te, vero?>>

Jonas era confuso. <<No, signore>>.

<<Ma certo che no. Tu non sai cos'è la neve, non è così?>>

Jonas non conosce la neve, perchè non l'ha mai vista e non ne ha mai sentito parlare. Allo stesso modo, non conosce i colori, la musica, il mare, l'erba e le centinaia di migliaia di cose che fanno parte del mondo degli uomini. Conosce solo ciò che vede ogni giorno nella comunità nella quale vive da dodici anni; lì tutto è in bianco e nero ed è perfetto: non esistono sofferenze né disuguaglianze, ciascun abitante svolge un incarico prestabilito, che porta avanti fino al momento del "congedo". A chi non piacerebbe vivere in un mondo senza preoccupazioni, dove i piccoli conflitti quotidiani si risolvono chiedendo semplicemente scusa?
Nella società descritta da Lois Lowry in The Giver e abitata da Jonas, è vero che nessuno si lamenta per il compito che gli viene affidato, ma è altrettanto vero che nessuno prova emozioni nei confronti degli altri, perché le emozioni sono state abolite. Niente dolore, niente gioia, niente amore. Come si fa a vivere così?
Jonas se lo chiederà quando, per diventare il nuovo Accoglitore di memorie sperimenterà la bellezza di una corsa in slitta sulla neve, il piacere dell'affetto dei nonni, il calore dei raggi del sole, ma anche la tragicità della morte e l'orrore delle guerre. Se sai che da qualche parte oltre i confini della tua comunità esiste un Altrove in cui le persone conservano la memoria del passato, delle cose belle e brutte che accadono giorno dopo giorno, non puoi più accettare di vivere in un luogo in cui tutti sembrano anestetizzati e ingoiano pillole per tenere a bada i sentimenti... e così Jonas decide di partire portando con sé il piccolo Gabriel, bambino altrimenti destinato alla tragica fine del "congedo".
Insieme, attraverseranno boschi e prati mai visti, alla ricerca di un mondo migliore dove diventare grandi.

L'autrice: Lois Lowry
Nasce nel 1937 alle Hawaii. Attualmente vive a Cambridge, in Massachusetts. Dopo un'infanzia e un'adolescenza trascorse viaggiando al seguito del padre, militare in carriera, si stabilisce a Portland, nel Maine, dove si laurea in letteratura inglese. Alla fine degli anni Settanta lavora come fotografa e giornalista, fino a quando non scrive il suo primo romanzo, A Summer to Die, che segna l'avvio della sua carriera come scrittrice di libri per ragazzi.
Al primo romanzo seguono i libri delle serie dedicate all'adolescente Anastasia e al suo fratellino Sam, romanzi per giovani adulti e i volumi della fortunata saga iniziata con The Giver.
I suoi romanzi hanno riscosso e riscuotono tutt'oggi grande successo, sono tradotti in venti lingue e pubblicati in diciassette paesi.

 

Per saperne di più
www.loislowry.com

 

Di lei puoi leggere
Jonas, Gabe, Kira e gli altri
The Giver, Giunti, 2010
Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua comunità non esistono guerre, differenze sociali o sofferenze. E allora perché vuole fuggire per andare in un Altrove che non conosce? Dal libro è stato tratto il film The Giver - Il mondo di Jonas, uscito nelle sale cinematografiche italiane nel mese di settembre 2014.

Gathering Blue. La Rivincita, Giunti, 2011
In un villaggio fuori dal tempo, Kira, una ragazzina orfana e zoppa, lotta con tutte le proprie forze per sopravvivere. Troverà dei buoni amici in coloro che, come lei, sono emarginati dagli abitanti della comunità, interessati esclusivamente alla difesa degli interessi personali.

Il Messaggero, Giunti, 2012
Matty non riesce a vivere in un villaggio in cui le persone barattono i sentimenti con i beni materiali; lui, il "Messaggero" della comunità, decide di attraversare la Foresta per comunicare ai paesi vicini il preoccupante cambiamento che sta accadendo. Riuscirà a convincere Kira, la figlia del Veggente, a tornare al villaggio?

Il Figlio, Giunti, 2013
L'ultimo romanzo della saga ha come protagonista Claire, una ragazzina che, una volta dato alla luce il proprio figlio, è costretta a separarsene, con l'impegno di non interessarsi più a lui. Sarà abbastanza forte e coraggiosa per riprenderselo e fuggire verso un mondo migliore in cui poter vivere?

Le avventure di Anastasia Krupnik
Anastasia Krupnik, Mondadori, 1999
Anastasia ha dieci anni e tanti progetti per il futuro. Vorrebbe fare la scrittrice, ma chissà cosa le riserverà la vita!
Il libro inaugura la serie dedicata ad Anastasia Krupnik; dieci libretti che seguono la ragazza nel suo percorso verso l'età adulta, tra la passione per il cioccolato e per le poesie e l'affetto per gli amici e per il fratellino Sam.

Anastasia cerca risposte, Mondadori, 2000
Anastasia si sente una giornalista alle prese con difficili domande alle quali non riesce a trovare delle risposte! Per esempio, che fine hanno fatto i suoi potenziali fidanzati?

Anastasia, cosa farai da grande?, Mondadori, 2001
E se Anastasia aprisse una libreria? Certo non sarebbe facile, dovrebbe imparare a vendere i libri e, soprattutto, ad essere sicura di sé. Quello che ci vuole è un bel corso per modelle tredicenni!

Anastasia, Sam e la festa di compleanno, Mondadori, 2001
Anastasia e il fratello Sam vogliono organizzare la festa per il compleanno della loro mamma. Ma le cose non andranno come previsto... per fortuna Sam riuscirà a salvare la situazione!

La guerra negli occhi dei bambini
Conta le stelle, Giunti, 2012
Danimarca, 1943. La giovane Annemarie non capisce cosa stia accadendo nella sua città. Soldati che arrivano numerosi e famiglie intere che fuggono. Annemarie e i suoi fiamiliari conosceranno il destino riservato agli Ebrei.

 

Scarica la rassegna
(pdf, 2525 kb)

 

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te