Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Storie di chi va

E parlerei ancora quando arriva il pullman che mi deve riportare a casa. Posso restare, nonno? Vorrei chiedergli, posso restare qui? Posso nascondermi da qualche parte, magari dentro il melograno, così metto radici come lui, che arrivano alla casa e l'abbracciano per quanto è larga e fonda, e sarà impossibile venire a sradicarmi e portarmi via?
E invece arriva il pullman, e devo salutare il nonno perché non ho radici come il meograno per restare.

(Gabriele Clima, Continua a camminare)

Nella Siria devastata dalla guerra, due adolescenti, Salìm e Fatma, si mettono in viaggio.
Salìm si lascia coinvolgere nella realizzazione di un progetto del fratello Abèd tanto affascinante quanto rischioso: recuperare i libri sepolti sotto le macerie delle abitazioni bombardate e allestire una biblioteca, perché i libri possano fermare la guerra, al posto delle armi.
Fatma si trasferisce con i suoi a Raqqa, perché lì, le dicono, c'è un'ottima scuola di Corano. E Fatma cambia città senza fare domande, anzi è molto felice, perché il suo adorato fratello Khalid le rivela che là è custodito il regalo che lui le ha preparato per il compleanno.
Quando Abèd morirà sotto le bombe, Salìm e suo padre si incammineranno attraverso il deserto, decisi a raggiungere l'Europa. Con un libro in mano, il ragazzino troverà accoglienza in un campo profughi.
In quello stesso campo di accoglienza si trova Fatma, c'è arrivata dopo aver eseguito un ordine di suo fratello – continua a camminare – e aver attraversato il deserto con una cintura d'esplosivo nascosta sotto il vestito.
Fatma e Salìm si incontreranno e il ragazzo le proporrà di riprendere il cammino assieme a lui. Allora? Le chiederà, aspettando una risposta. Perché non si può smettere di camminare, qualunque sia la meta.
Continua a camminare di Gabriele Clima racconta la storia di chi si mette in viaggio per sfuggire alla guerra, o per eseguire un ordine e andare incontro a un destino che non comprende.
Andare, comunque sia, è un modo per aprirsi a nuove possibilità di vita e guardare al futuro da prospettive diverse.
Di seguito viene proposta una scelta di romanzi per giovani lettori e lettrici che narrano le vicende di chi - bambini, ragazzi, adulti - si mette in viaggio. Per fuggire dalla guerra o da un regime opprimente, per andare in cerca di condizioni di vita migliori o per trovare un lavoro, per ricongiungersi ai propri genitori, per inseguire un sogno o per soddisfare la propria sete di avventura.

Non dirmi che hai paura, di Giuseppe Catozzella, Feltrinelli, 2014
Samia vive a Mogadiscio ed è un'ottima atleta. Sogna di partecipare alle Olimpiadi e, quando il regime integralista si affermerà nel suo paese, lei deciderà di fuggire. Percorrerà chilometri, fino all'Italia, dove il suo sogno si scontrerà con la realtà di chi, come lei, è un migrante.

Nel mare ci sono i coccodrilli: storia vera di Enaiatollah Akbari, di Fabio Geda, Baldini Castoldi, 2010
La storia di Enaiatollah e del suo lungo peregrinare, iniziato dall'Afghanistan e terminato in Italia, dopo aver attraversato paesi e mari. In Italia troverà una famiglia che lo adotterà e otterrà lo status di rifugiato politico.

S.O.S. uomo in mare: l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi si racconta a Daniela Morelli, Giunti Junir, 2016
La testimonianza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana, Giuseppe De Giorgi, impegnato nel gestire volontari, medici, capitani, marinai al suo servizio per il recupero in mare e la cura di migranti e naufraghi.

Immagina di essere in guerra, di Janne Teller, Feltrinelli, 2014
Se oggi in Italia ci fosse la guerra, tu cosa faresti? Dove andresti? Come ti comporteresti? Un libro che invita a calarsi nei panni dei rifugiati di guerra, di chi è fuggito dalla propria terra ed è arrivato in un paese in cui gli altri lo guardano con diffidenza.

Non chiamarmi Cina!, di Luigi Ballerini, Giunti, 2012
Rossana è una ragazza di etnia cinese che vive a Milano. Qui incontrerà Antonio e assieme a lui vivrà i propri sogni e le difficoltà tipiche dell'adolescenza, camminando sempre in equilibrio tra due culture.

Persepolis, di Marjane Satrapi, Lizard, 2009
Il racconto autobiografico dell'infanzia e dell'adolescenza di Marjane, che vive con la sua famiglia a Teheran. Nonostante l'affermarsi di un regime fondamentalista, lei e i suoi genitori scelgono di non abbandonare il paese.

Persepolis 2, di Marjane Satrapi, Sperling & Kupfer, 2004
Continuano le avventure della giovane Marjane, che i genitori decidono di mandare in Austria per completare gli studi in libertà. Lontana da famiglia e amici, la ragazza affronterà le difficoltà dell'adolescenza, alla ricerca della propria identità.

Non stancarti di andare, di Teresa Radice, Stefano Turconi, Bao, 2017
Iris e Ismael stanno per iniziare una nuova vita insieme in Italia. Ma Ismael deve tornare in Siria per sistemare alcune questioni lasciate in sospeso… il tempo passa, e Ismael non dà notizie. E intanto, Iris scopre di aspettare un bambino.

L'approdo, di Shaun Tan, Tunué, 2016
Un romanzo a fumetti che racconta l'emigrazione attraverso le vicende di chi si mette in viaggio, lasciando il proprio paese e la propria famiglia alla ricerca di una nuova vita.

Oh, freedom!, di Francesco D’Adamo, Giunti, 2014
Alabama, 1850. Tommy e la sua famiglia intraprenderanno un lungo viaggio in cerca della libertà. Sono schiavi, condannati ad appartenere a un padrone di pelle bianca, ma un personaggio leggendario, Joe Gamba di Legno, li guiderà attraverso le strade segrete che conducono fino al Canada.

Figlio della Fortuna, di Anne-Laure Bondoux, San Paolo, 2010
Kumail vive nel Caucaso in guerra, ma il suo paese è la Francia. Intraprenderà un difficile viaggio per tornare a Parigi, a casa sua, e scoprire che fine ha fatto sua mamma, dalla quale fu separato quando era neonato.

La valigia di Hana, di Karen Levine, Rizzoli, 2010
Chi era Hana Brady, la proprietaria di una valigia che nel 2000 arriva al Museo dell'Olocausto di Tokyo? La curatrice del museo partirà per l'Europa, alla ricerca di quella bambina la cui valigia finì ad Auschwitz.

Corri ragazzo corri, di Uri Orlev, Salani, 2003
La storia vera di Yoram che, fuggito bambino dal ghetto di Varsavia, è sempre stato in fuga. Fino ad arrivare in Israele, dove ha potuto ricostruirsi una vita.

Quando Hitler rubò il coniglio rosa, di Judith Kerr, Fabbri, 2000
Germania, 1933. Anna e la sua famiglia sono costretti a lasciare la propria città perché ebrei. La bambina dovrà separarsi dal suo amato coniglietto rosa, compagno di tanti giochi, e iniziare una nuova vita prima in Svizzera, poi in Francia, infine in Inghilterra.

Portami con te, di Fulvia Degl'Innocenti, Raffaello Ragazzi, 2015
Florentin ha undici anni e vive in Romania, assieme alla nonna, mentre la mamma è partita per Livorno, in cerca di un lavoro come badante. La nostalgia dell'amore materno lo spingerà a mettersi in viaggio.

Din Romania... a Roma: una nuova vita, di Ramona Mircea, Sinnos, 2010
La storia di Ramona, che ha lasciato la Romania per trasferirsi in Italia. Al racconto dell'infanzia trascorsa a casa, segue quello della nuova vita, costruita in un paese per lei sconosciuto.

Questo mare non è il mio mare: una ragazza di Sri Lanka a Roma per scoprire il suo posto nel mondo, di Elisabetta Lodoli, Fabbri, 2007
A 13 anni Sewa raggiunge i genitori a Roma, dove si erano trasferiti in cerca di lavoro dallo Sri Lanka. Per lei tutto è nuovo – la lingua, la scuola, le abitudini – e non sarà facile mantenersi in equilibrio tra le due culture.

Continua a camminare, di Gabriele Clima, Feltrinelli, 2017
In Siria, due giovani camminano. Salim cammina nel deserto verso l'Europa, in cerca di pace. Fatma cammina nella notte, diretta al campo militare, sotto il vestito nasconde una cintura esplosiva.

Bruciare la frontiera, di Carlo Greppi, Feltrinelli, 2018
Due adolescenti partono, curiosi di vedere come è fatta una frontiera. Il loro viaggio sulle Alpi cuneesi, si intreccia con quello di Ab, partito dalla Tunisia per incontrare una ragazza conosciuta su Internet.

Questa è la vera verità, di Dan Gemeinhart, Il Castoro, 2016
Mark è gravemente malato, ma vuole mantenere una promessa fatta a se stesso e parte, per scalare il Monte Rainier. Potrà contare sulle sole sue forze e sulla compagnia del suo amato cane.

Nemmeno un giorno, di Antonio Ferrara, Guido Sgardoli, Il Castoro, 2014
Leon è stato adottato e, sebbene ami la famiglia adottiva, vuole incontrare i suoi genitori e sua sorella. Così salterà in auto e partirà da solo, con la radio a scandire il passare delle ore.

Goodbye Berlin, di Wolfgang Herrndorf, Rizzoli, 2015
Direzione Valacchia. Esisterà davvero questo posto? A Maik non importa, perché l'unica cosa che desidera è partire e lasciare dietro di sé una situazione familiare disastrosa e una vita personale che non è proprio il massimo.

Il romanzo di Odisseo, di Valerio Massimo Manfredi, Mondadori, 2014
Odisseo racconta la sua vita, le sue battaglie, le avversità che ha affrontato e che ha dovuto superare per fare ritorno a Itaca, dopo un viaggio memorabile.

Scarica la rassegna
         (pdf, 224 kb)

 

Ad un clic da te