Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Dire & fare >> Mostre >> Archivio mostre ed esposizioni >> Pinocchio: il burattino inossidabile
 

Pinocchio: il burattino inossidabile

Un particolare del Pinocchio di Amelio Bucciantini

1-30 novembre 2010 - Vetrine

 

Nella mostra sono esposte le opere che Amelio Bucciantini, illustratore di libri, pittore, inventore di installazioni, ha realizzato prendendo spunto dalla storia di Pinocchio.

I personaggi del mondo collodiano sono stati realizzati dall'artista ricombinando creativamente oggetti già esistenti, in questo caso utensili da cucina, che grazie a un sistema di forature, barre filettate, viti e dadi consentono allo scultore di muovere con facilità gambe,  braccia, testa e parte del corpo, insomma dei veri burattini.

Una cinquantina di pezzi che riproducono Pinocchio e tutti i personaggi che gli fanno corona, realizzati in acciaio inossidabile con gli utensili da cucina della linea degli articoli IPAC (Industria Pistoiese Articoli Casalinghi), assieme ai semilavorati e ai ritagli di produzione della medesima ditta pistoiese.

L'artista è riuscito ad amalgamare pezzi che, una volta messi insieme in forma di personaggi, sorprendono e comunicano l'identica istintiva simpatia di quelli collodiani.E niente toglie al loro valore artistico l'apparire "strampalato" di queste sculture. Anche il testo collodiano apparve "strampalato" a Benedetto Croce: quel che conta è che, tuttavia, lo giudicò capace di trovare la via del cuore con forza espressiva e comunicativa. «Analogalmente - nota in catalogo Andrea Bolognesi - in questa occasione, Amelio Bucciantini ha dato definitivamente un'impronta originale e personale alla sua attività, inventando opere capaci di fondere armoniosamente gioco e fantasia, invenzione e intuizione".

La mostra conclude il ciclo di iniziative dedicate al celebre burattino, realizzate dalla Biblioteca San Giorgio in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, la Fondazione Nazionale Carlo Collodi e l'Associazione Amici di Groppoli.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te