Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Conoscere per capire >> Percorsi di lettura >> Archivio delle rassegne >> Rassegne 2014 >> La strada delle parole: i bambini e la poesia
 

La strada delle parole: i bambini e la poesia

Immagine by phanlop88 da freedigitalphoto.net

Nella ferma convinzione che la poesia, focalizzando il potenziale “magico” delle parole, sia un mezzo potente per esplorare e fare proprie le risorse del linguaggio e che l’acquisizione di queste risorse sia fondamentale per la crescita di una personalità libera e creativa, abbiamo pensato ad una raccolta di proposte di lettura rivolta alla scuola primaria, nel tentativo di stimolare nei bambini - ed alimentare, nel caso in cui ve ne sia già il germe - la scintilla della passione per la poesia.

La poesia, infatti, liberando l’immaginazione linguistica, oltre a dare un contributo essenziale alla crescita nei bambini delle potenzialità comunicative, esercita anche un importante ruolo educativo a livello psicologico-affettivo, arricchendone la sensibilità emotiva, con la formazione di una più articolata e consapevole cultura delle emozioni.

Punto di partenza di questo viaggio nella poesia resta sempre e comunque la lettura, ed in particolare quella ad alta voce: in questa direzione va anche la proposta della San Giorgio Ragazzi ai bambini della scuola primaria, con il progetto didattico “La strada delle parole”, che tenta di far vivere la lettura di poesia come un'esperienza giocosa e coinvolgente.

Il percorso di lettura proposto - che ospita anche una piccola appendice di testi dedicata alla didattica della poesia - è costellato di autori che, tranne pochissime eccezioni, intenzionalmente si sono rivolti ai bambini con onestà e piena considerazione della persona, senza zuccherosi adattamenti. “Il poeta che parla ai bambini” - dice Chiara Carminati - “non adatta il suo discorso, ma lo rivolge a loro. A differenza di chi pensa di scrivere senza un destinatario preciso, lo scrittore per bambini è consapevole di avere come destinatario implicito, anche quando non fisicamente presente davanti agli occhi, un universo di vita particolare: ed è un destinatario che conosce e che spesso frequenta in incontri e confronti, con cui entra in sintonia, a cui sceglie di rivolgere la propria comunicazione etica ed estetica”. Un destinatario specifico, ma tutt’altro che esclusivo: molte di queste poesie hanno infatti una carica seduttiva irresistibile per lettori di qualunque età.

Buona lettura a tutti, dunque, grandi e piccini!


Scarica la rassegna
(pdf, 455 Kb)

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te