Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

L'incipit della settimana - Quaranta gradi

C'è un posto ben preciso dal quale è giusto fare cominciare questa storia: è il divano color verde spinacio che c'era nella casa in cui vivevo allora con mia mamma. Quello che resterà finché campo il mio divano preferito.
Quella mattina d'estate, tuttavia, il mio amato divano verde non bastava a rendermi di buon umore. La mia mente, come un tergicristallo, riusciva solo a fare avanti e indietro da un pensiero (<<Ma come cavolo mi vengono in mente certe idee?>>) a un altro pensiero (<<E adesso come faccio a dirlo a Yú?>>).

Emi e Yú, tredici anni e una grande amicizia che li lega. Emi e Yú, compagni di classe e inseparabili alleati nel tempo trascorso insieme una volta terminate le lezioni. Emi e Yú, che si sono costruiti un rifugio segreto, lassù sui tetti, dal quale osservare, a loro insaputa, quegli adulti che paiono così distanti dal mondo degli adolescenti.
Quando i ragazzi conosceranno Lisa, il duo si trasformerà in un trio e, quando i tre assisteranno a un crimine, il gioco dello spiare nascosti tra i tetti diverrà qualcosa di più serio e le afose giornate estive saranno a dir poco avventurose...

Quaranta gradi, di Alessandro Gatti, Einaudi Ragazzi, 2011

Altre proposte di lettura sono disponibili alla pagina L'incipit della settimana

 

 

 

Ad un clic da te