Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Vietato ai maggiori >> Percorsi di lettura >> L'incipit della settimana >> Archivio degli Incipit della settimana >> Archivio 2020 >> L'incipit della settimana - Meno male che il tempo era bello
 

L'incipit della settimana - Meno male che il tempo era bello

Nessuno seppe mai come, né perché, la biblioteca Jacques Prévert, un grande blocco di cemento grigio audacemente cubico, un giorno avesse rotto gli ormeggi. Quello che si è saputo, parecchio tempo dopo, è che quel martedì, un 12 febbraio freddo e ventoso, erano successi degli eventi eccezionali. Il primo avvenne alle 16.42: Sarah Boubacar mise alla porta Said Hussein. È estremamente raro che una bibliotecaria sbatta fuori un lettore. Ma lui gironzolava da ore come una tigre in gabbia tra la sala dei periodici e lo spazio multimedia, senza mai, mai aprire un libro, né un fumetto, né un giornale.

Il 12 febbraio la biblioteca Jacques Prévert si stacca da terra e inizia a navigare con a bordo tutte le persone che in quel momento vi si trovavano dentro. La biblioteca si scopre improvvisamente in mare aperto e, con lei, viaggiano il direttore, la bibliotecaria, la signora delle pulizie, un professore con la sua prima media, il giovane Said trovatosi lì per caso: un gruppetto variegato che dovrà ingegnarsi per sopravvivere. Tutti dovranno cercare di fare squadra , qualcuno imparerà a pescare, qualcuno a riutilizzare l'acqua piovana... non mancheranno i momenti di crisi, ma ci sarà spazio anche per tuffarsi nel mare profondo e, perché no, innamorarsi.

Meno male che il tempo era bello, di Florence Thinard, Camelozampa, 2018

Altre proposte di lettura sono disponibili alla pagina L'incipit della settimana

 

Ad un clic da te