Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Attività >> Incontri e conferenze >> Leggere, raccontare, incontrarsi... >> Innamorato di questa nobile Italia
 

Innamorato di questa nobile Italia

mercoledì 15 dicembre 2021, ore 17.00 - Auditorium Terzani

Presentazione del libro "Innamorato di questa nobile Italia. Niccolò Puccini e il suo lascito a Pistoia" di Laura Dominici e Lorenzo Sergi (Metilene, 2021)

Interviene Claudio Rosati
Saranno presenti gli autori

Domenica 15 settembre 1889 si apriva a Pistoia una manifestazione di portata nazionale che si sarebbe protratta per tre giorni per onorare la memoria di Niccolò Puccini, il cui ricordo, dopo oltre trent'anni dalla morte, era ancora vivo e caro al popolo. Nel corso della vita Puccini aveva intrecciato relazioni con molti dei principali protagonisti della storia politica e culturale del suo tempo, alcuni dei quali avevano frequentato la sua dimora alle porte di Pistoia, il Villone di Scornio, celebre per il magnifico giardino romantico che la circondava. Il volume, pubblicato in occasione della mostra documentaria tenuta alla Biblioteca San Giorgio, vuole riproporre all'attenzione l'importanza del suo lascito patrimoniale e soprattutto intellettuale, partendo dall'analisi del materiale documentario e iconografico successivo alla morte e analizzando la portata storica delle sue scelte politiche e morali.

Laura Dominici, laureata in Storia dell’arte, insegna presso il Liceo Niccolò Forteguerri di Pistoia. Dal 1991 svolge attività di ricerca e di promozione del territorio con l’Associazione culturale Mirabilia arte e memoria, di cui è presidente. Ha partecipato a convegni di studio, curato mostre d’arte ed ha collaborato a riviste locali. Dal 2005 è nel comitato di redazione del Bullettino storico pistoiese. Oltre a molte opere a carattere divulgativo, ha pubblicato testi di argomento storico-artistico sull’arte toscana dal Seicento al Novecento, molti dei quali di argomento pistoiese. Fra questi si ricordano “Che Italia sia pure una volta sul serio. Il sogno di Niccolò Puccini nel giardino di Scornio", in Monumenti del giardino Puccini. Un luogo del romanticismo in Toscana (2010), "Le parole di Niccolò Puccini", in La città che scrive. Percorsi ed esperienze a Pistoia dall'età di Cino ad oggi (2017). In collaborazione con Perla Cappellini ha realizzato il volume Paradisi e incanti. I giardini storici della provincia di Pistoia (2013), le due mostre di scultura, con relativi cataloghi, "I busti ritrovati", presso il Villone Puccini di Scornio (2011 e 2017), e la mostra "Arte in guerra. Il bombardamento a Pistoia nel 1943" nell’ex chiesa di San Giovanni Battista a Pistoia (2018). Nel 2019 ha inaugurato la collana Dossier Discover Pistoia per la casa editrice Giorgio Tesi, di cui sono usciti i primi tre numeri: Marino Marini (2019), Museo Clemente Rospigliosi (2019), Nuvole barocche. Giovan Domenico Ferretti a Pistoia (2021).

Lorenzo Sergi è archivista e attualmente svolge un dottorato di ricerca presso il Dipartimento di lettere, lingue e beni culturali dell’Università di Cagliari. Ha accumulato esperienze partecipando a progetti di ricerca nazionali ed internazionali, attività didattiche, convegni e conferenze, esperienze lavorative in vari archivi (pubblici e privati). Il suo ambito di interesse verte sull’analisi e lo studio di archivi otto-novecenteschi visti da più prospettive (in particolare ecclesiastici regolari, ma anche universitari, comunali, d’impresa, di famiglia e di personalità). Le pubblicazioni legate a questo filone – ed inerenti al territorio pistoiese - sono principalmente connesse ad una monografia, L’universo-oggetto di Fernando Melani. Un archivio d’artista presso la casa-studio. Guida (1940-1985) (2018) e ad alcuni contributi in volume: "San Domenico di Pistoia: persone, soggetti e archivi. Prime considerazioni per una cronistoria delle sedimentazioni" (2019), "Dispersi, incamerati e alienati: i fondi ecclesiastici regolari in Toscana tra soppressione e disseminazione (1776-1867)" (2020)

Accesso libero.
In ottemperanza alle normative di sicurezza è necessario esibile il Green Pass rafforzato per accedere allo spazio dell'incontro.

 

Ad un clic da te