Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Il metodo del coccodrillo
 

Il metodo del coccodrillo

 

Il metodo del coccodrillo è un’opera che segna una svolta rispetto alla sua produzione precedente: il protagonista non è più il commissario Luigi Ricciardi, ma l’ispettore Giuseppe Lojacono, “esiliato” a Napoli dalla Sicilia, perché un suo collaboratore lo aveva accusato di passare informazioni alla mafia e lui, stimato segugio della squadra mobile di Agrigento, ha perso tutto, a cominciare dall’affetto della moglie e della figlia. Lontano dalle atmosfere napoletane degli anni Trenta che avevano caratterizzato i precedenti romanzi, il testo si apre con l’uccisione di tre ragazzi che vengono uccise in una Napoli moderna, frenetica, descritta a tinte grigie e cupe. Nessuna connessione apparente ai delitti solo un unico indizio: fazzoletti di carta intrisi di liquido lacrimale. I giornali chiamano questo killer “Il Coccodrillo” perché come il rettile aspetta, studia e poi colpisce le proprie vittime.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te