Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Archivio 2013

Particolare del libro "Sulla mia testa"

Una selezione dei nuovi libri destinati ai bambini (0-6 anni) entrati in biblioteca nel 2013

Di topi e leoni, di orsi e di galline, di Lev Tolstoj. Commento di Rita Valentino Merletti, postfazione di Stefano Garzonio. Lapis, 2011
Venti piccoli favole dell'autore di "Guerra e pace" che attribuiva una rilevanza centrale alla sua opera pedagogica, come testimonia la creazione - nella sua tenuta di campagna - della scuola Jasnaja Poljana destinata ai figli dei contadini. Nelle sue piccole storie sono consistenti i riferimenti alle favole di Esopo, alle favole orientali, al vasto repertorio della tradizione orale del folclore russo.

Il mio migliore amico, di Satoe Tone. Kite, 2012
Le storie di questa autrice giapponese portano subito su una nuvola, in una dimensione fantastica che è radicalmente diversa dai mondi immaginari a cui siamo più o meno abituati. Questa è la storia di un piccolo coniglio che si imbatte in un uovo abbandonato e sarà perché le vicende si svolgono su "infiniti prati di verzure umide e delicate, sarà perché sono popolate da uccellini teneri e ieratici, sarà perché i suoi personaggi hanno una devozione così grande da sembrare fiabeschi, fatto sta che i contorni delle sue storie appaiono sfumati e sfuggenti. In senso positivo".

Schizzo in città, illustrazioni di Joëlle Jolivet, testi di Jean-Luc Fromental. Il castoro, 2011
Una coloratissima e vivace città è attraversata dal camioncino rosso di Schizzo, il camioncino delle consegne che ha un lungo elenco di oggetti che deve recapitare ai quattro angoli della città. L’autrice, Joëlle Jolivet, ha creato queste grandi vedute a due dimensioni che sotto alcune alette nascondono indovinelli in rima pensati da Jean-Luc Fromental. Un libro da leggere assieme ai bambini per osservare e scoprire la complessità della vita cittadina. Della coppia Jolivet-Fromental si ricorda anche il libro "365 pinguini", più volte premiato, sempre edito dal Castoro nel 2006

Febbraio

Evelina verde mela, di Mara Dompè, Annalisa Sammartino, Giulia Torelli. Prìncipi e Princípi, 2012
Ogni giorno è necessario indossare il corno giusto, specie se si lavora all’ufficio oggetti smarriti come Evelina. Ma oggi è martedì e del corno rosso ciliegia non c’è traccia, così accade che Evelina esca con un corno verde mela che suscita gli sguardi severi delle persone. Dopo l'imbarazzo e il disagio iniziale, il dubbio di non aver fatto la cosa giusta, Evelina avrà ragione della sua scelta. Una storia che insegna a prendere le distanze dal conformismo, a portare avanti le scelte anche quando sembri essere il solo a crederci

Pipì e popò: tutto ciò che devi sapere quando ti scappa, di Hope Vestergaard, illustrato da Valeria Petrone. La Margherita, 2010
Storielle scritte in rima che ci svelano guai e pasticci che combinano tredici animaletti della Scuola di Cucciolandia e fanno scoprire ai piccoli le semplice regole da seguire per diventare grandi. Età: 3-5 anni

Tico e le ali d'oro, di Leo Lionni. Babalibri, 2012
Babalibri ripubblica, a cadenza regolare, gli albi di Leo Lionni, quasi un omaggio rituale all'artista che così tanto ha segnato la storia degli albi illustrati per bambini. "Tico e le ali d’oro" è la storia di un uccellino nato senza ali, aiutato dai compagni a sopravvivere, profondamente amato ma, nonostante ciò, tormentato dal desiderio compensatorio di volare con due ali luccicanti d’oro che avrà in dono dall’uccello dei desideri. Per scoprire solo allora, però, di essere davvero diverso, talmente diverso da venire isolato. Le nuove penne fiammanti che riceverà donando le sue piume d'oro a chiunque ne abbia bisogno, lo riporteranno "uguale" tra i compagni di volo. La trasformazione accompagna la riflessione finale di Tico che capisce però che la diversità è un valore positivo che emerge dalla ricchezza e varietà dell'esperienza personale di ciascun individuo. Le illustrazioni ricordano un ricamo, simile ad una miniatura indiana, con figure disegnate sullo stile delle marionette.

Marzo

Il mare,di Marianne Dubuc. Officina Libraria, 2012
Libro senza parole, disegnato e colorato a pennello nei toni del  bianco e nero. Con la sola eccezione del pesce e degli uccelli che spiccano con un rosso acceso. Un gatto è in agguato di un pesce rosso dentro una boccia sistemata in un semplice ambiente domestico, e tenta di azzannarlo infilando la zampa nell’acqua. Ma il pesce fuggirà via, fino a tuffarsi nel mare…
Un libro che si presta a diversi percorsi interpretativi: la storia di fuga verso la libertà e la salvezza da parte del pesce ma, nel contempo, anche quella del viaggio avventuroso e di scoperta da parte del gatto, come bene mostra il suo sguardo sempre un po’ stupefatto. Prima opera dell’illustratrice canadese che ha poi conosciuto un successo internazionale.

Quando avevo paura del buio, di Mireille d’Allancé. Babaliri 2011
Un libro che rappresenta bene l’idea di cosa alimenta la paura di un bambino, ad esempio il buio della notte nella propria cameretta, dove il piccolo Roberto, con occhi sbarrati e protetto dalle coperte, cerca di far fronte alle incredibili trasformazioni che sembrano sopraffarlo….. Un libro dal tratto lieve e poetico, capace di arrivare davvero all’essenza delle cose, restando felicemente a misura di bambino.

Su, giù, di Ramadier & Bourgeau. Babalibri, 2012
Un cartonato per far scoprire come da una situazione si possa passare ad una diametralmente opposta, coinvolgendo nella lettura il proprio bambino a cui è affidato il compito di anticipare, con un richiamo all’attenzione, la situazione nascosta da un’anta del libro. Dieci combinazioni di storie, ciascuna con un colore prevalente, con disegni chiari e ben stilizzati.

Aprile

Gattino e il pallone, di Joel Franz Rosell, Illustrazioni di Costanze v. Itzing. Kalandraka, 2012
Un albo tenero per la scelta della storia e i piccoli personaggi che la animano, in una ambientazione estremamente familiare e con illustrazioni curatissime.  E’ la storia di un gattino che trova un pallone abbandonato nell’erba del giardino vicino casa e che, su richiesta della mamma, dovrà trovarne il padrone. Una storia per far capire che non è tanto importante possedure un gioco, quanto potersi divertire condividendolo.

La sposa buffa, buffissima, bellissima, di Beatrice Masini. Illustrazioni di Anna Laura Cantone. Arka, 2011
Premio Andersen 2003 nella categoria 0-6 anni, il libro, riproposto nella sua terza edizione, ha una piacevolissima storia d’amore, a lieto fine, con tavole ricche, originali, colorate che permettono di giocare con il testo, arricchendolo, scoprendo nuovi modi di lettura e interazione. Con la tecnica del collage e i disegni caricaturali e pieni di dettagli di Laura Cantone, l’autrice racconta la storia buffa di Filomena, una sarta da sposa, che alla fine trovare il suo giusto abito convolando a nozze con il suo amato Ferruccio.

Maggio

Gli animali della fattoria, di Mack. Clavis, 2011
Il cartonato, nell'associare chiare fotografie a disegni che rappresentano con tratti salienti gli animali, è utile per sviluppare i modelli cognitivi del bambino per il quale, nella piccolissima età, il disegno ha una funzione di schema.

Non ho sonno, di Luigi Paladin. Lapis, 2009
Il libro racconta, senza parole, la curiosità dei bambini nello scoprire ed esplorare gli oggetti comuni della casa, quelli che si trovano nei cassetti e negli armadi o quelli che si trovano in cucina e con cui i bambini giocano volentieri. Un libro quadrotto e cartonato per far riconoscere ai bambini, e aiutarli a nominare, gli oggetti che trovano comunemente in casa.

Giugno

Io sono qui, di Sabina Colloredo; illustrazioni di Svjetlan Junakovic. Carthusia, 2012
La storia della scimmietta Tendra invisibile agli occhi degli animali, perché per prima non ha la consapevolezza del sé. Quando getterà il copricapo sotto cui si nasconde avrà capito che il sapere può rendere liberi e potenti. Un libro delicato, nel testo e nelle immagini che hanno la capacità non solo di interpretarlo, ma anche di intercettare cose più raffinate. Il libro aiuta a riflettere attorno al tema dei diritti dei bambini, ed è stato pubblicato in collaborazione con la Fondazione Terre des Hommes che da più di 50 anni lavora per la tutela dei diritti dell'infanzia.

Il grande libro dei colori, di Mila Boutan. Editoriale Scienza, 2008
Il libro introduce i bambini alla scoperta dei colori, da quelli primari ai secondari, aiutandoli ad affinare lo sguardo, spiegando quali sono i colori freddi e quelli caldi, fino a presentare numerose tavole piene di sfumature. Un libro interattivo, con pagine trasparenti colorate.

Gira e rigira alla fattoria e Gira e rigira nella savana, di Martine Perrin. Nord-Sud, 2006
Due libri che giocano sulle diverse combinazioni delle sagome ritagliate degli animali, che si stagliano su sfondi colorati i quali, a loro volta, nascondono altri personaggi. Una passeggiata nella savana e nella fattoria e il piccolo lettore scopre motivi grafici che vanno dai mantelli degli animali agli abiti degli uomini.

Luglio

Ravanello cosa fai? Con tante storie per imparare la pazienza, di Emanuela Bussolati. Editoriale Scienza, 2013.
Vincitrice del Premio Andersen 2013 come miglior autore completo, per le soluzioni mai scontate di progettazione e realizzazione compositiva complessiva, l’autrice propone in questo libro la virtù della pazienza da conquistare, da parte dei bambini, a piccoli passi. La proposta è quella di prendersi cura di una “semina”, da sperimentare anche in spazi ristretti: in questo caso si propone di piantare i ravanelli di cui l’autrice segue passo passo la crescita, intercalando l’attesa con il racconto di storie che hanno, quasi sempre, la natura come protagonista. Informazioni semplici, ma corrette, sul ciclo della vita delle piante, sui segreti dell’orto, sui piccoli animanli più comuni, per far capire ai bambini cosa succede in natura, e far toccare con mano, il risultato di un lavoro svolto con cura e pazienza.

La vita segreta dell’orto, di Gerda Muller. Babalibri, 2013
Un albo di grande respiro e gioia, proprio quella che comunica il senso di pienezza provato dalla bambina protagonista del libro che vive le sue vacanze dai nonni, impegnandosi a curarne l’orto, sporcandosi le mani e le ginocchia, imparando a conoscere i nomi e le famiglie degli ortaggi, gustando i sapori dei suoi frutti. Il libro, che conta sulla rilettura scientifica di due importanti giardinieri, è un piccolo vademecum che offre tutte le informazioni necessarie per la cura dell’orto, accompagnate da illustrazioni di grande efficacia e bellezza, con un glossario e un indice finale.

Sulla mia testa, di Emile Jadoul. Babalibri, 2012
"Senza dire niente si è sistemato sulla mia testa". Inizia così la storia di Gastone e Gaspare, un bambino e un uccellino che un bel giorno si è sistemato sulla testa di Gastone, e non si è più mosso. Il fatto più strano è che nessuno sembra accorgersene.La complicità tra loro cresce fino all'inatteso colpo di scena finale che aggiunge una nota di umorismo a tutta la storia.

La forma si trasforma: prima era... adesso è, di Isabelle Carrier. Fatatrac, 2012
Illustratrice per bambini e designer che ha eletto la semplicità a proprio criterio di lavoro, Isabelle Carrier propone, in questo libro divertente ed educativo, l'osservazione delle forme a partire dagli oggetti più comuni. Il piccolo Achille, che si prepara a dormire, incontra nei suoi sogni forme che si trasformano, volta a volta, azionando le linguette, in oggetti quotidiani. Fino alla conclusione della storia, quando un quadrato si trasformerà in una rassicurante casa.

Agosto

Tanti tanti tanti, di Gek Tessaro. Carthusia, 2012.
Un cartonato con ricche illustrazioni che si snodano per tutte le pagine di un libro lungo quasi due metri. E’ la storia, in rima, della giornata di un’insolita, immensa e affollata famiglia di cento piccoli pinguini, raccontata da un maestro d’arte, illustratore di molti libri per bambini e vincitore di numerosi ed importanti riconoscimenti.

La scatola dei papà, di Alain Le Saux. Babalibri, 2012
Un contenitore di cartone con quattro piccoli albi quadrati e cartonati, perfetti per manine piccine (12-18 mesi), tutti con un’unica star: il papà! Un papà affettivo, compagno di giochi, un dispensatore di coccole e attenzioni, qualcuno da cui imparare con amore. Dello stesso autore si ricorda il libro uscito per Il Castoro bambini nel 2004 dal titolo Come educare il tuo papà.

Cesare, di Grégoire Solotareff. Babalibri, 2012
Eccezionale il piccolo pappagallino Cesare, pieno di curiosità, di serena incoscienza, di sogni di grandezza che crescono con le storie che gli racconta il babbo: lui vuole diventare, a tutti i costi, l'imperatore di tutti gli uccelli. E un giorno spicca il volo dalla gabbia in cui è rinchiuso per andare alla conquista del mondo, affrontando il temibile coccodrillo con il coraggio che è proprio dei più puri, e con la leggerezza ed ingenuità dei bambini.

Settembre

Al supermercato degli animali, di Giovanna Zoboli e Simona Mulazzini. Topittori, 2007
In fatto di spesa gli animali sono esigentissimi: comprano solo ciò che è fresco, genuino e naturale, in armonia con le abitudini e le esigenze del corpo. Guidati dal proprio istinto, gli animali, infatti, fanno sempre la cosa giusta, in fatto di cibo, scegliendo solo ciò che è bene per la loro salute e il loro gusto. Il supermercato degli animali è una coloratissima e scanzonata metafora del regno naturale, che a ogni specie regala il proprio cibo particolare, quasi “tagliato” su misura. Premio Andersen 2008 miglior libro 0-6 anni

Il trionfo dello zero, di Gianni Rodari. Illustrazioni di Elena Del Vento. Emme edizioni, 2011
Un testo in rima, tratto dalle Filastrocche in cielo e in terra, per giocare con i numeri e le loro possibili combinazioni.

Gioco e imparo l'alfabeto, di Sophie Fatus. Fatatrac, 2012
Ecco un libro da proporre ai bambini per iniziare a scoprire le lettere dell'alfabeto, seguendo un percorso tra immagini, segni grafici, forme, rime, lettere dell'alfabeto proposte nelle varie versioni di stampatello, corsivo, maiuscolo. Ogni lettera dell'alfabeto è associata a immagini che si snodano su due pagine, con disegni da osservare per riconoscere le singole lettere. A seguire, due pagine per provare, giocando, a esercitare occhi e mani, riscrivendo le lettere e parole.

La forma si trasforma: prima era... adesso è, di Isabelle Carrier. Fatatrac, 2012
Illustratrice per bambini e designer che ha eletto la semplicità a proprio criterio di lavoro, Isabelle Carrier propone, in questo libro divertente ed educativo, l'osservazione delle forme a partire dagli oggetti più comuni che il piccolo Achille incontra nei suoi sogni. Fino alla conclusione della storia, quando un rassicurante quadrato si trasformerà in casa.

Ottobre

I tre porcellini, raccontati da Giusi Quarenghi, disegnati da Chiara Carre. Topipittori, 2012
La proposta di un classico della letteratura fiabesca per parlare dell'oggi. In questa versione tra i tre porcellini c'è una porcellina, e questa scelta fa sì che l'attenzione si soffermi su di lei.

Tutte le filastrocche, le canzoncine e le ninne nanne da Filastrocche.it, a cura di Jolanda Restano, disegni di Cecilia Mistrali. Gallucci, 2012
I bambini piccoli sono affascinati dalle storie in rime, facili da memorizzare, dal ritmo che produce un piacevole effetto sonoro, dalla ripetizione che facilita la comprensione e aiuta a prevedere lo sviluppo della storia, oltre che favorire la lettura corale. Ecco un libro adatto a questo scopo  con un centinaio tra filastrocche, canzoncine e ninne nanne recuperate nel repertorio italiano.

Giorgio e il panino gigante, di Lorraine Francis. Illustrazioni di Pieter Gaudesaboos.Timpetill, 2012
un grande libro cartonato, le illustrazioni sono raffinate e piene di mille particolari. Sfogliando le pagine c'è una gioiosa confusione: cibi dappertutto, oggetti di design, mobili anni ’70, una bellissima mongolfiera, vari topini in giro. Da 4 anni

Otto va in città e Otto sulla neve, di Tom Schamp. Timpetill,2012
Due maxilibri per bambini 4-6 anni. Sono albi che assomigliano a delle moderne mappe per l’esplorazione del mondo contemporaneo. Nel primo libro seguendo il gatto Otto i bambini si perderanno tra le mille dettagliatissime e divertentissime illustrazioni delle metropoli: il traffico, le vie dello shopping, la villa comunale! Nel secondo il gatto Otto andrà in settimana bianca…I due lavori sono opera del visionario illustratore belga Tom Schamp.

Se io fossi..., La Coccinella, 2012
Libri con sorprese, per scoprire, con il gioco delle trasformazioni, un altro possibile modo di essere. Il cartonato fa parte della collana Così-cosà.

Novembre

Oh no, George!, di Chris Haughton. Lapis, 2013
George, un cane dal muso lungo, con grandi orecchi e un'espressione angosciata, giura a se stesso che sarà buono quando il suo padrone lo lascia solo in casa. Ma il povero George incontra subito la tentazione quando scopre una torta ... "E' una torta! Ho detto che sarei stato bravo, ma io amo la torta". Una gustosissima situazione comica che vede George capitolare davanti a ogni tentazione che gli si para di fronte. George è combattuto tra obbedire e sperimentare e, come qualsiasi bambino, preferisce trasgredire le regole, anche se, subito dopo, si sente sinceramente pentito. Un albo coloratissimo, di un caldo color rosso e fuscia del giovane autore Chris Haughton che, sempre per Lapis, ha pubblicato con successo Oh, Oh.

Io, Qinuq, di Davide Calì, illustrazioni di Leire Salaberria. Kite, 2013
Come qualsiasi nuovo arrivato", il piccolo Qinuq proveniente dal pianeta Qinoq, guarda con stupore, scopre e impara a decifrare il mondo. In questo suo viaggio solitario, inizia a nominare le cose che lo circondano, storpiandone i nomi: gli albar/alberi, i ghatt/gatti, e così via. Procede con le prime associazioni, è colto da una struggente nostalgia del suo paese d'origine. Ma infine scopre la potenzialità della parola e la possibilità delle prime relazioni: a partire da un semplice "ciao", una parola che pone i piccoli in una relazione paritaria e di grande disponibilità, come mostra l'ultima immagine dell'albo illustrato dove Qinuq e un bambino, in perfetta simmetria, si dondolano a testa in giù su una rastrelliera di un parco giochi. Le illustrazioni, con colori decisi, tratti ben definiti e disegni stilizzati, in una composizione a collage, aiutano il piccolo Qinuq e i bambini che osservano l'albo a decifrare il mondo.

Dicembre

A che pensi?, di Laurent Moreau, Orecchio Acerbo, 2012Un albo illustrato che, attraverso delle finestre, ci permette di entrare nella testa dei personaggi e di capire a cosa stanno pensando: così scopriamo, per esempio, che Enrico ha una musichetta in testa, che Lorenzo non vede l'ora che torni l'estate, che Annetta ha desideri zuccherati...insomma che ognuno ha i suoi pensieri “pesanti o leggeri”!

Spiaggia magica, di Crockett Johnson, Orecchio Acerbo, 2013 Un libro abbastanza complesso ma potentissimo, che ci racconta la storia di due bambini, Ann e Ben, i quali scoprono che attraverso le parole hanno il potere di creare il mondo: altra faccenda è però gestire ciò che si è creato, ed ecco che il re che essi hanno immaginato li caccia via dal suo regno, e sono costretti a fuggire... Questo racconto,  preceduto da una prefazione di Maurice Sendak, ci insegna che non è vero, come crede Ben, che “le storie sono solo parole. E le parole sono solo lettere. E le lettere sono solo tipi diversi di segni”, ma che le storie a volte sono più grandi di noi.

 

 

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te