Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Amos e Boris


Cartoline dalla San Giorgio Ragazzi

«Una notte, navigando su un mare fosforescente, fu sorpreso dalla vista delle balene con i loro getti d'acqua lucenti; più tardi, quando si sdraiò sul ponte della barca a contemplare il cielo immenso e stellato, il minuscolo topo Amos, granello di vita in un vasto universo, sentì di essere in armonia con tutto ciò che lo circondava. Sopraffatto dalla bellezza e dal mistero, rotolò sul ponte e cadde in acqua"

Prima di costruire la Rodent, Amos pensava spesso all’oceano e alle terre lontane, oltre l’orizzonte. In un giorno di mare calmo, finita e stipata la barca di tutto il necessario, il piccolo topo salpa ad esplorare il mondo. La navigazione procede tranquilla e Amos è felice. A tal punto che una notte, sopraffatto dalla bellezza del mare stellato e dal passaggio delle balene, si distrae e cade in mare.

Amos, nel mare di acqua, sa di non avere la forza di resistere: “Come sarebbe stato annegare - si domanda Amos - ci sarebbe voluto molto tempo, sarebbe stato doloroso?" E’ allora che sopraggiunge Boris, la balena che lo porta in salvo. Sarà un lungo viaggio il loro, pieno di alti e bassi, durante il quale i due condividono piaceri e dispiaceri, in un ritmo pacato, che lascia il tempo di guardare, ascoltare, immaginare, pensare:

«In quei giorni, i due animali svilupparono un profondo rispetto l’uno per l’altro. Boris ammirava i modi delicati e premurosi del topo, la voce musicale, l’intelligenza e l’intuito. Amos ammirava la forza della balena, la gentilezza d’animo, la voce profonda e la sconfinata sensibilità».

E tra i due nasce un’amicizia che sarà per sempre. Amos, molti anni dopo, avrà modo di ricambiare il gesto di Boris. Sarà il tornado Yetta a far reincontrare i due amici: Boris è spiaggiata, agonizzante sulla spiaggia del suo amico Amos che lo osserva con uno sguardo pieno di affetto. “Come farà ad aiutarmi?” pensa Boris tra sé e sé. “Lo desidera tanto, ma che cosa potrà mai fare per me questo piccoletto?”». Ma Amos arriva con due elefanti e senza dire niente, o meglio gridando a gran voce istruzioni ai pachidermi, fa quel che era necessario fare: restituire Boris al mare.

La storia è coinvolgente, avventurosa e ricca di parole e pensieri profondi sull’amicizia, sul prendersi amorevolmente cura di un individuo, anche se diametralmente opposto a noi. Un mondo, quello di William Steig, dove le promesse hanno un peso, le parole vanno ascoltate, i gesti non sono scontati e i legami durano per sempre. Entrambi i protagonisti hanno provato ad essere un passo dalla fine, ed è allora che lasciano andare i pensieri verso la profondità delle grandi questioni, delle grandi domande che Steig è in grado di  esplorare con la sapienza di un filosofo e la semplicità di un bambino, e lo fa prendendosi tutto lo spazio e tutto il tempo necessario per riuscirci al meglio.

Amos e Boris, pubblicato nel 1971 e premiato come miglior albo dal New York Times in quello stesso anno, è ora ripubblicato da Rizzoli in un formato orizzontale per ben rappresentare la grande balena e il mare che per gran parte riempe le pagine del libro. Adatto per bambino dai 5 ai 7 anni. Qui la video-lettura del libro.

Dell'autore si può anche leggere:

Pietro Pizza
La storia di un bambino annoiato, in un giorno di pioggia. Bravi genitori sapranno trasformare quella noia pomeridiana, in un pomeriggio pieno di gioia e divertimento: basta guardare con occhi diversi ciò che abbiamo visto milioni di volte.
Per gustare la storia, qui si trova anche la video-lettura di Pietro Pizza. Età 5-6

Mamo fa il broncio
Mamo ce l'ha a morte con la propria famiglia, perché è convinto che nessuno gli voglia bene. Decide perciò di non rientrare in casa e si stabilisce in giardino, imbronciato e indifferente alle dimostrazioni d'affetto di genitori, fratelli, amici... Età 5-7

Dominic
Dominic è un cane candido, disinteressato, ardimentoso, con la vocazione del cavaliere errante, che non evita occasioni e incontri. Si renderà utile a vedove appese per i piedi come l'oca Matilde Paté, a innamorati infelici come il cinghiale Romeo Setola, che potrà così impalmare Giulietta Suini, sempre rispettando i ritmi lenti dell'asino Quartino Sella e della tartaruga Tartarina Del Balzo. Ma quando c'è da battersi agilmente, da rispondere agli inganni con l'astuzia, niente può fermarlo, e la Banda della fine del Mondo farà davvero una brutta fine. E poi c'è l'amore... Età 9-12

 

William Steig (1907-2003) è stato un illustratore, scultore e scrittore statunitenze. Iniziò nel 1968  a scrivere libri per ragazzi; due anni dopo, con il terzo di questi, Sylvester and the Magic Pebble, vinse la Medaglia Caldecott. Nell'arco della sua carriera letteraria, Steig ha pubblicato più di trenta libri per ragazzi: tra questi il più noto è il libro illustrato Shrek!, scritto nel 1990, da cui è stato tratto nel 2001 il film d'animazione Shrek, prodotto dalla DreamWorks SKG

 

Di altre balene e tempeste

La chiocciolina e la balena, di Julia Donaldson. Emme, 2018
Un'intrepida chiocciola salva da un accidentale insabbiamento la gigantesca balena sulla cui coda ha viaggiato per tutti i mari del mondo. Età 4-6

La balenottera azzurra, di Jenni Desmond. Lapis, 2016
La balenottera azzurra è lunga come una colonna di mezzi di trasporto, pesa come 55 ippopotami, il suo canto è più rumoroso di un aereoplano: queste e altre notizie sull'animale più grande della Terra. Età 4-6

La balena della tempesta, di Benji Davies. Giralangolo, 2014
Nico, che vive con il padre pescatore, trova una balenottera sulla spiaggia dopo una notte di tempesta e dopo aver pensato di tenerla la riporta invece in mare, sperando però un giorno di rivederla. Età 4-6.
Si può seguire la storia anche guardando la video-lettura e divertirsi a guardare, in questo video, come fa Benji Davies a disegnare il piccolo Nico, protagonista della storia.

Se vuoi vedere una balena, di Julie Fogliano; disegni di Erin E. Stead Babalibri, 2014
Nico, che vive con il padre pescatore, trova una balenottera sulla spiaggia dopo una notte di tempesta e dopo aver pensato di tenerla la riporta invece in mare, sperando però un giorno di rivederla. Età 4-6



Per saperne di più sulle balene, si può anche vedere

I segreti delle balene, un viaggio alla scoperta delle balene: il funzionamento dei loro organi vitali, la storia della loro evoluzione, una panoramica sulle specie esistenti, i loro spostamenti migratori e le drammatiche conseguenze della caccia da parte dell´uomo.

La balena: la regina degli oceani, un documentario sul web ambientato nelle acque cristalline delle isole Hawaii, dove un’équipe di biologi marini segue un branco di megattere e cerca di decodificarne i suoni inquietanti, avvertibili nell’acqua fino a una distanza di 100 chilometri.

(Cartolina del 14 dicembre 2020
pdf 563 Kb)

 

Ad un clic da te