Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

A qualcuno piace... Holmes

Uno quadro esposto dedicato alla figura di Sherlock Holmes

A cura di Gabriele Mazzoni

18 gennaio - 6 febbraio 2011 - Vetrine

Invito (pdf, 356 Kb)

 

 

"Se elimini tutte le ragioni logiche in una situazione, quelle illogiche per quanto improbabili devono essere necessariamente quelle vere". Questa, in sintesi, la teoria che sta alla base del metodo deduttivo d'indagine di Sherlock Holmes, il personaggio dei numerosi romanzi di Conan Doyle, assurto ad icona della letteratura gialla superando di gran lunga la fama del suo stesso creatore. A questo personaggio è dedicata la mostra dal titolo "A qualcuno piace... Holmes". La mostra inaugurata il 18 gennaio 2011, è stato il primo evento dei numerosi appuntamenti organizzati per il Festival del giallo che si è tenuto a Pistoia dal 28 al 30 gennaio.
La mostra ripercorre la fortuna letteraria del detective di Baker Street, il primo a rendere popolare l'applicazione del metodo scientifico alle investigazioni criminali. Insieme agli oggetti che hanno da sempre caratterizzato il personaggio, lenti d'ingrandimento, le pipe ricurve a forma di proboscide, bastoni, deerstalker (il cappellino da cacciatore), la mostra ci fa conoscere prime e rarissime edizioni, preziose copertine illustrate, manifesti, ceramiche e oggetti artistici, giochi e libri per bambini dedicati a questo personaggio, fenomeno mediatico per eccellenza.

La mostra è stata realizzata e curata da Gabriele Mazzoni, grande estimatore del detective nato dalla penna di Conan Doyle e appassionato collezionista di reperti sherlockiani.

Pur attratto dalle sorprendenti trame dei racconti, dalle brumose atmosfere londinesi e dalla vita nel salotto di Baker Street, Mazzoni vede in Holmes una sorta di fil rouge, che lo guida verso approfondimenti che vanno dal metodo scientifico

alla letteratura, dalla psicologia alla medicina, dalla musica alla pittura, dalla storia al cinema, dalla scultura alla fotografia. La passione per il personaggio, rende attraenti tutti gli spunti che ne scaturiscono, permettendo divagazioni e puntate verso miriadi di altri "mondi" paralleli, la cui ricerca e approfondimento risulta pertanto gustosa ancorché divertente. Fin
dall'inizio questa ricerca estetica e scientifica insieme si è accompagnata al piacere di collezionare cimeli holmesiani, che spaziano così in tutte le forme espressive suddette. Dopo quasi cinquant'anni di collezione la varietà di articoli è enorme, ed ha ormai raggiunto i 40.000 "pezzi".

 La mostra si snoda attraverso sette nuclei tematici che cercan di dar conto, con numerossimi e preziosi esemplari, del fenomeno mediatico e della fortuna legata al personaggio di Sherlock Holmes.

Il percorso espositivo include una piccola selezione di manifesti e locandine che hanno accompagnato alcune famose proiezioni cinematografiche, compreso qualche versione straniera, di film con Sherlock Holmes.
Un' occasione per un "incontro ravvicinato" con alcuni beniamini del cinema che hanno interpretato il famoso detective di Arthur Conan Doyle.

 

Percorso espositivo

1. Sherlock Holmes e i ragazzi

2. Sherlock Holmes nel mondo dei giochi

3. Sherlock Holmes, l'inizio del mito

4. Sherlock Holmes internazionale

5. Sherlock Holmes in Italia

6. Sherlock Holmes e la ceramica

7. Sherlock Holmes in smoking...

 

 

Ad un clic da te