Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: A pranzo con Babette
 

A pranzo con Babette

 

Costretta a fuggire dalla Francia per le sue simpatie anti-imperiali, Babette viene accolta da due signorine norvegesi, figlie di un pastore protestante: Martina e Filippa, belle, ammantate di bontà e ormai anziane. A seguito di una fortunata vincita alla lotteria francese, Babette decide di dare una cena, composta solo da vini e pietanze francesi, in onore di quello che sarebbe stato il centesimo compleanno del decano protestante, padre delle due signorine. I dodici abitanti della comunità di Berlevaag si ricorderanno per sempre di quel pranzo, che li ha sedotti ed inebriati, dopo una vita priva di piaceri terreni: quel pranzo, che
Babette ha voluto per ringraziare chi l’aveva accolta e per esprimere di nuovo tutto il suo talento di artista, si scoprirà esserle costato tutti i suoi franchi. Da questo racconto è stato tratto l’omonimo film diretto nel 1987 da Gabriel Axel.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te