Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Dire & fare >> Incontri e conferenze >> Voci diverse per un anno in Rete
 

Voci diverse per un anno in Rete

(Dépliant
pdf, 1 Mb)

Ciclo di incontri con autori per ragazzi all'insegna della bibliodiversità
A cura della rete REDOP
Con il contributo della Regione Toscana

Programma degli incontri
ottobre - dicembre 2018

13 ottobre 2018, ore 18.30 - Larciano, Sala Consiliare A.Pappalardo
Matteo Grimaldi presenta
La famiglia X (Camelozampa, 2017)

Il giovane Michael (da pronunciarsi “Micael” e non “Maicol”) è un tredicenne che assiste, all’inizio impotente, al prevedibile stravolgimento della sua vita. Un giorno, infatti, irrompono gli assistenti sociali e decidono di allontanarlo dai suoi genitori naturali e affidarlo a una coppia di giovani papà: Davide ed Enea. Davide è un architetto col ciuffo scuro e la testa fra le nuvole, Enea un matematico magro e balbettante, ma con un carattere di roccia

Matteo Grimaldi (1981) ha vissuto a L’Aquila quasi tutta la vita. Ora lavora a Firenze in una grande libreria di catena. Ha pubblicato tre libri: Non farmi male (2006), Supermarket24 (2010) e Una valigia tutta sbagliata (2011). Nel febbraio del 2009 è entrato a far parte della redazione di “Solo Libri” occupandosi di «4 Chiacchiere (contate) con...» in cui intervista scrittori più o meno noti.

22 novembre 2018, ore 11 - Montale,  Auditorium Scuola Media Giulio Cesare Melani
Arianna Di Genova presenta
Natalia Ginzburg: vocazione scrittrice (La nuova frontiera junior, 2018)

Natalia Ginzburg è sempre stata una donna timida, schiva e sobria. Con il suo sguardo limpido, rigoroso e malinconico ha raccontato tanto della famiglia borghese, dell'epoca e dei luoghi in cui la vita l'ha condotta, ma in fondo poco di sé.
Per far scoprire o riscoprire una delle voci più preziose della letteratura italiana del '900, Arianna Di Genova, sua appassionata ammiratrice, utilizzando l'espediente narrativo della prima persona, fa parlare la Ginzburg della sua infanzia, del confino in Abruzzo a seguito della persecuzione fascista, della vita redazionale all'Einaudi, dell'impegno politico, ma soprattutto di quella grande passione per la scrittura, che è sempre stata il suo mestiere, come lei stessa amava ripetere.

Arianna Di Genova (1964) è una giornalista e critica d’arte. Lavora come redattrice presso «Il manifesto», dove si occupa degli intrecci fra le varie discipline che contribuiscono ad arricchire l’immaginario contemporaneo. Ha insegnato presso l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila e ha scritto numerosi saggi per cataloghi. Nel 2008 ha pubblicato Il circo nell’arte per Il Saggiatore. Collabora con la casa editrice Biancoenero, raccontando gli artisti ai bambini. L’ultimo libro è dedicato a Charlie Chaplin e alla sua infanzia.

24 novembre 2018, ore 10.30 - Quarrata, Biblioteca G. Michelucci
Sonia Maria Possentini presenta
Ambra la Magnifica (Carthusia, 2018)

Ambra, giovane guaritrice di piante, incontra Lorenzo, il principe sognatore. Lui ha in mente un progetto grandioso, talmente grandioso che non si ricorda a memoria d’uomo e lei decide di aiutarlo. Il bellisssimo libro, scritto da Sabina Colloredo ed illustrato da Sonia Maria Luce Possentin, è volto alla scoperta della villa di Poggio a Caiano, una delle quattordici ville volute dalla famiglia Medici e che, nel 2013, sono entrate a far parte della lista del patrimonio mondiale dell’Umanità. Realizzata da Carthusia, in collaborazione con la Regione Toscana, Settore Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Siti Unesco, Arte contemporanea, Fondazione Sistema Toscana, l’opera vuole far conoscere anche ai più giovani il nostro prezioso patrimonio culturale.

Sonia Maria Luce Possentini nata a Canossa, dove vive e lavora tra Pigneto sul Secchia. Laureata in Storia dell’Arte al DAMS e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha frequentato la scuola d’illustrazione di Sarmede con Stepan Zavrel ed il corso d’illustrazione di Kveta Pakovskà dell’Associazione Culturale Teatrio di Venezia. Ha ottenuto borse di studio da Fondazione Magnani Rocca di Mamiamo ed Olands Grafiska Skola. Pittrice ed illustratrice, ha preso parte a numerose esposizioni personali e collettive, pubblicando albi illustrati, cover e manifesti per Fatatrac, La Margherita, Kite Edizioni, Mine-Edition, Grimm Press, Giunti, Mondadori e Sonzogno. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in Italia ed all’estero, tra cui il Silver Award al concorso Illustration Competition West 49, promosso dalla Società Illustratori di Los Angeles. Il suo libro Un bambino (Kite Edizioni, 2011) è stato selezionato da IBBY Italia e candidato a BIB - Biennale di Bratislava. Nel 2012 è stata testimonial del progetto Città Invisibili nell’ambito della Biennale di Letteratura e Cultura per l’Infanzia promossa dalla Regione Veneto. È docente di Illustrazione presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia e presso l’Università degli Studi di Padova, Master in illustrazione per l’infanzia e educazione estetica: per una pedagogia della lettura iconica

27 novembre 2018, ore 10.30 - Monsummano terme, Biblioteca Comunale Giuseppe Giusti
Vichi De Marchi presenta
Ragazze con i numeri (Editoriale scienza, 2018)

Il libro dà voce a 15 donne straordinarie che hanno segnato il mondo della scienza. Le autrici Vichi De Marchi e Roberta Fulci raccontano le storie di tutte queste donne, del loro apporto scientifico al mondo, ma anche della loro umanità. Non vengono tralasciati i pericoli, le difficoltà e le rinunce che queste scienziate hanno incontrato nel loro percorso, ma non manca nemmeno l’entusiasmo, la passione, la soddisfazione e il divertimento che hanno provato. Il risultato è un libro molto interessante, che non si interessa solo ai personaggi più famosi, ma analizza un po’ più in profondità alcuni aspetti della vita delle sue protagoniste, in settori della scienza che spesso nemmeno gli adulti conoscono.

Vichi De Marchi (1953) nata a Venezia, vive a Roma. Giornalista e scrittrice, è stata anche autrice di programmi per Raisat ragazzi e ha ideato e diretto Atinù, settimanale d’informazione per bambini. Oltre a Biografia di Sofia Kovalevskaja (Editoriale Scienza) ha scritto Le arance di Michele (Piemme), vincitore del premio Verghereto e del Soroptimist International, La mia vita tra i gorilla, Premio Verghereto, Emergenza cibo ed Eroi contro la fame tutti per Editoriale scienza.

29 novembre 2018, ore 9.15 - Pescia, Biblioteca comunale
Francesca Brunetti presenta
Una ragazza in cima (Sinnos, 2017)

Il libro narra la storia vera di Henriette D’Angeville che a 44 anni scalò il Monte Bianco sfidando non solo i ghiacci e le temperature polari, ma anche il pregiudizio che le spedizioni ad alta quota e l’alpinismo non erano cose per donne. In cima alle Alpi la contessina, la “fidanzata del Bianco”, giunse nel settembre del 1838, seconda donna a compiere l’impresa (trent’anni prima Marie Paradis, la precedente sa, fu portata in cima praticamente di peso). La passione per la montagna di Henriette e il suo costante contatto con la natura, assieme ad uno spirito anticonformista, avevavo incoraggiato da sempre il sogno della scalata che fu organizzata nei minimi particolari e preparata con cura. Francesca Brunetti (1963) è laureata in lingue e letterature straniere moderne.

Responsabile della Biblioteca INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Francesca Brunetti si occupa da più di un decennio di letteratura per ragazzi collaborando con “Liber”, con riviste di comunicazione scientifica e scrivendo libri di divulgazione, tra i quali La casa in forma: abitare con l’efficienza energetica (Idest, 2014), finalista al premio Un libro per l’Ambiente 2015. La traduzione de L’elefante è il suo primo lavoro con l’albo illustrato.

3 dicembre 2018, ore 10 - Lamporecchio, Biblioteca comunale
Silvia Vecchini presenta
La zona rossa (Il castoro, 2017)

Matteo, Giulia e Federico sono tre ragazzi come tanti che vivono la loro quotidianità tra la scuola, il calcio, i fumetti, il motorino e le loro famiglie, finché una notte tutto questo viene spazzato via dal sisma, che distrugge non solo le abitazioni e le vite di tante persone, ma anche il senso di stabilità e la serenità di chi rimane. I tre ragazzi impareranno giorno per giorno a confrontarsi con questo drammatico cambiamento, e nel caos della ricostruzione scopriranno che qualcosa è rimasto, è sopravvissuto al disastro: una ricchezza e una forza che niente e nessuno potrà mai togliere loro.

Silvia Vecchini (1975) è autrice di albi illustrati e romanzi per ragazzi, poesie, rubriche per riviste e fumetti. Progetta percorsi per le scuole, incontra bambini e ragazzi in biblioteca e nelle librerie per letture e laboratori di scrittura. Insieme a Sualzo ha firmato la graphic novel Fiato sospeso (Tunué), Premio Boscarato 2012 e Premio Orbil 2013; e per i più piccoli, Gaetano e Zolletta (Bao Publishing).

6 dicembre 2018, ore 10.30 - Pistoia, Biblioteca San Giorgio
Guido Sgardoli presenta
L’isola del muto (Edizioni San Paolo, 2018)

Una saga familiare ambientata in un mondo distante, la Norvegia degli ultimi due secoli, che inizia con le vicende di Arne Bjørneboe, marinaio ustionato gravemente al volto in battaglia, che sceglie di non parlare più, e per tutti diventa il Muto.
La possibilità di riscatto, da una vita solitaria e disperata, votata all’alcolismo, viene offerta ad Arne con l’incarico di primo custode del nuovo faro costruito sull’isola di fronte al porto di Horendal. Qui Arne metterà radici, sposando Gunhild e dando vita alla stirpe dei Bjørneboe, i custodi del faro, una discendenza che rivelerà, di volta in volta, ribelli, eroi, filosofi, donne.
E’ proprio attraverso la storia dei suoi discendenti che viene ricostruita la storia di questa famiglia: quella degli uomini che restano o fanno ritorno all’isola facendone il proprio luogo elettivo, quella di chi invece decide di partire, ma manterrà con il luogo un legame nascosto e imprescindibile, o quella ancora di chi si trova a subire la vita dura e la condizione di solitudine che quello scoglio inospitale offre.

Guido Sgardoli (1965 ) quando non scrive fa il veterinario. Ha collaborato per diversi anni a giornali e riviste dedicati ai viaggi on the road occupandosi di storia e tradizioni degli Stati Uniti. Nel 2004 ha pubblicato il suo primo libro, ha ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti: fra tutti ricordiamo nel 2009 il Premio Andersen come miglior autore per ragazzi, Premio Andersen 2015 Libri per l’Infanzia e l’Adolescenza sulla Grande Guerra a Il giorno degli eroi (Rizzoli), Premio Andersen 2018 per il miglior libro oltre i 15 anni a L’isola del muto.

 

Ad un clic da te