Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Visioni

Particolare di una delle opere esposte

8 - 29 novembre 2014 - Vetrine e spazio espositivo

Mostra di Gloria Iozzelli

a cura di Siliano Simoncini 

Inaugurazione sabato 8 novembre alle ore 17

Invito
(pdf, 858 Kb)

La mostra dell’artista Gloria Iozzelli presenta gli esiti di un lavoro degli ultimi due anni e si articola secondo la distinzione tecnica e quella tematica. Nella saletta espositiva sono allestiti una serie di acquarelli che mettono in evidenza le rilevanti capacità della Iozzelli nell’usare, con delicatezza di trasparenze e raffinati dettagli, i pigmenti da diluirsi sapientemente con percentuali diverse di acqua.

La rappresentazione dei soggetti è legata alla poetica che caratterizza e distingue la sua opera: il mondo animale, che attraverso metafore allude al rapporto con l’uomo e alle origini dell’evoluzione darwiniana. Quest’ultima concezione è ancora più percepibile nelle quattordici opere di grande formato, esposte nelle vetrine. Infatti, il connubio tra l’immagine della donna e dell’uomo - rappresentati con volti e in forma di silhouette - sono presenti insieme a volatili, pesci, insetti e rettili.

Traspare evidente che il significato rimanda all’aria, all’acqua, alla terra, ai tre elementi naturali che insieme al fuoco (questo è presente, allusivamente, nella passione che alimenta l’arte di Gloria), sono le sostanze costitutive della vita sul nostro pianeta, presenti nelle iconografie simboliche fin dai tempi antichi.
Ebbene, anche l’arte della nostra artista cerca di definire una personale simbologia; esplicitata sul piano rappresentativo dalla sapiente e puntigliosa descrizione di dettagli e caratteristiche dei singoli protagonisti ma, soprattutto, dalla capacità dell'artista di dare luogo a quella corrispondenza di energie vitali che nel tempo si sono evolute.

Sul piano tecnico, queste opere sono risolte tramite l’uso delle ecoline e del collage. Gli “effetti” di sfumatura degli inchiostri colorati sono la prerogativa del linguaggio che caratterizza i vari soggetti, mentre i collages si distinguono per l’ingegnosa soluzione di lasciare delle appendici “svolazzanti”  lungo il perimetro del formato. Tale soluzione rende più dinamico l’insieme e allusivamente “viva” la fisicità dell’opera. La forte espressività che qualifica tutte le opere è la matrice evidente di una sapienza tecnica ammirevole e di un’autenticità pittorica da apprezzare. (Siliano Simoncini)

 

Gloria Iozzelli è nata a Pistoia nel 1971. Ha frequentato l’Istituto d’Arte “Policarpo Petrocchi” nella sezione tessuto, conseguendo la maturità nel 1990. Dal 2005 è iscritta al Corso di disegno e uso del colore del Comune di Pistoia, tenuto dall’artista Paolo Tesi, e ha partecipato alle mostre annuali di fine corso. Nel 2008 ha preso parte alla collettiva presso la Saletta d’Arte Salvadori di Pescia. Nel 2009 la prima personale “Un incantevole Mondo” sempre alla Saletta Salvadori e “Ordinario Immaginario” in occasione della Fiera di Casalguidi. Sempre nel 2009 ha partecipato al “Premio San Giorgio” nel chiostro di San Domenico a Pistoia. Nel 2011 la mostra “Rinnovare lo sguardo” alla chiesa di San Michele a Serravalle Pistoiese e primo premio all’ extempore “I colori del Montalbano” a Montemagno (PT). Nel 2013 ha partecipato alla collettiva “Gli allievi e il maestro” nel chiostro di San Lorenzo a Pistoia.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te