Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Venere in metrò
 

Venere in metrò

 

La protagonista è Gaia, una donna quasi quarantenne, in carriera, shopping e fashion addicted, anaffettiva e anoressica. Gaia ha una figlia problematica di nome Elettra, detta vampiretta, un marito, Matteo, coetaneo pseudo-adolescente fissato con lo snowboard, un amante borderline con moglie, una madre con cui è in perenne conflitto, una psicoterapeutica da 300 euro a seduta e delle amiche al limite del volgare. All’improvviso però arriva la scossa, e la vita di Gaia, ben edulcorata, precipita inesorabilmente: il marito scopre che Gaia ha un amante, nel mentre viene licenziata e scopre che i suoi conti sono totalmente in rosso. Scompare quel fantastico appartamento pieno di oggetti ed elettrodomestici costosissimi, scompaiono le spese folli nelle boutique più esclusive, gli aperitivi e le feste mondane. È proprio in quel momento, quindi, che la Venere Gaia è costretta a scendere dal Suv e a prendere il metrò. Il lettore scoprirà insieme alla protagonista che proprio quando tutto precipita si ricomincia a vivere sul serio, liberandosi dal superfluo e dalla pericolosa mania dello shopping.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te