Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Pigmenti

A cura del Giardino Zoologico di Pistoia

18-31 maggio 2013 - Spazio espositivo

 

 

La mostra fotografica racconta i 43 anni di vita del Giardino Zoologico di Pistoia, sorto nel 1970 grazie alla passione per gli animali e all'inclinazione imprenditoriale di Raffaello Galardini.

Come tutti gli zoo dell'epoca, fu costruito un po' alla volta scegliendo le specie da ospitare secondo un ordine che prediligeva le caratteristiche più popolari degli animali: il più grande, il più piccolo, il più famoso. Arrivarono così le giraffe, gli elefanti, i rinoceronti e gli orsi labiati.

Intorno al 2000 è iniziata un'opera di profonda ristrutturazione con ridistribuzione degli spazi, riduzione del numero delle specie ospitate, avvio di programmi di ricerca e di didattica: non solo un cambio di forma ma soprattutto di contenuti.

Il processo, ancora in atto, è portato avanti con il costante confronto e in collaborazione con altre istituzioni italiane ed europee: lo zoo è tra i membri fondatori dell'U.I.Z.A. (Unione Italiana Zoo e Acquari) e da poco membro dell' E.A.Z.A. (Associazione Europea degli Zoo e degli Acquari).

I primi lavori di ristrutturazione, iniziati nel 2000, hanno riguardato le specie della fauna euroasiatica come orsi bruni, lupi, linci per poi proseguire con tigri, leoni e lemuri. Ampi spazi naturali sono stati dedicati alle specie ospitate, ridimensionando il numero totale delle stesse e includendo specie oggetto di programmi di conservazione.

I nuovi exhibit sono costruiti seguendo linee guida internazionali che individuano protocolli per la sicurezza, per la corretta gestione del benessere animale e per l'inclusione delle specie nei programmi di allevamento, se previsto dalle esigenze di tutela della specie stessa. A Pistoia è stato scelto un modus operandi che ha come punto fermo la costruzione delle strutture utilizzando per quanto possibile materiali naturali e riciclabili.

Il pubblico che visita lo zoo "per vedere gli animali" è reso partecipe dei progetti di conservazione attraverso attività didattiche che offrono l’occasione di incontrare gli animali, conoscerli ed imparare a proteggerli.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te