Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: Attività >> Proposte di lettura >> SanGiorgioRassegne >> Parli come badi
 

Parli come badi

“ Al mio funerale sarà bello assai perché ci saranno parole, paroloni, elogi, mi scopriranno un grande attore: perché questo è un bellissimo paese, in cui però per venire riconosciuti qualcosa, bisogna morire”, con queste parole piene di disincanto e di estrema consapevolezza del proprio talento Totò pensa alla sua fortuna artisticain un Paese che ha sempre considerato l’arte della commedia qualcosa di secondario rispetto al dramma. La morte lo coglierà a Roma il 15 aprile 1967 e profeta di se stesso: nei cinquant’anni che son trascorsi si sono susseguiti elogi e apprezzamenti. Ebbene Totò é un grande attore, forse uno dei più grandi attori italiani e una maschera comica paragonabile a Chaplin e Keaton. Napoletano del Rione Sanità, ma di sangue blu, anche se non riconosciuto fin da subito dal marchese Giuseppe De Curtis, dimostrò fin dai primi anni una forte vocazione per lo spettacolo e, nel periodo tra le due guerre, cominciò a calcare il palcoscenico. Sua patner nel teatro di rivista fu anche Anna Magnani. A partire dagli anni Cinquanta e fino a tutti i Sessanta è uno dei protagonisti della commedia all’italiana e il suo nome compare in molti titoli dei quasi cento film nei quali recita. Artista a tutto tondo, lascia non solo questa lunga filmografia, ma anche le sue interpretazioni in oltre quaranta commedie e la sua produzione scritta. Paroliere, poeta e cantante viene rammentato spesso per la sua poesia ‘A livella, ma ne scrisse più di sessanta, come molte furono le canzoni da lui scritte e interpretate: Malafemmina su tutte. Gli ultimi anni furono funestati dalla malattia agli occhi che lo condusse alla cecità, ma l’incontro professionale con Pasolini gli regalò il film Uccellacci e uccellini e i due cortometraggi La terra vista dalla luna e Che cosa sono le nuvole?, nei quali Ninetto Davoli costituisce una perfetta spalla comica. Forse il miglior modo per ri-scoprire Totò è partire proprio dalla fine, dagli ultimi capolavori di questo grande attore italiano.


(versione pdf)

Totò raccontato

Con Totò forse abbiamo sbagliato tutto! Lui era un genio, non solo un grandissimo attore. E noi lo abbiamo ridotto, contenuto, obbligato a trasformarsi in un uomo comune tarpandogli le ali.
                                                                              Mario Monicelli

Totò attore. La più ampia e definitiva biografia artistica di Ennio Bispuri, Gremese, 2010

Totò in 100 parole di Ennio Bìspuri, Gremese, 2014

Totò è sempre Totò: il meglio di Totò in 97 minuti e 94 sketch capolavoro a cura di Lello Arena, Einaudi, 2008

Un principe chiamato Totò: immagini di vita, quisquilie e pinzillacchere a cura di Liliana de Curtis, Rizzoli, 2004

Totò: storia di un buffone serissimo di Franca Faldini e Goffredo Fofi, Mondadori, 2004

Totò: avventure di una marionetta di Roberto Escobar, Il mulino, 1998

Totò: manuale dell’attor comico di Dario Fo, Aleph, 1991

Totò mio padre di Liliana de Curtis, prefazione di Renzo Arbore, Mondadori, 1990

Totò di Orio Caldiron, Gremese, 1980

Totò, principe del sorriso di Vittorio Paliotti, Fiorentino, 1977

Totò, a cura di Goffredo Fofi, Savelli, 1972


Le avventure di una maschera comica

Parlo solo la lingua madre perché mio padre morì quando ero bambino
                                                                                               Totò

Totò, Peppino e la malafemmina un film di Camillo Mastrocinque (DVD 2000)
Totò e Peppino a Milano per ricondurre sulla retta via il nipote che ha lasciato gli studi per correre dietro a una donna di facili costumi.

Toto, Peppino e... la dolce vita un film di Sergio Corbuccci (DVD 2015)
Un paesino del meridione è minacciato dall’arrivo dell’autostrada. Totò e Peppino vengono inviati, prima l’uno poi l’altro, a Roma per convincere le istituzioni a deviare il tracciato della grande opera pubblica. La dolce vita romana però li distrae dalla missione.

Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi un film di Mario Mattoli (DVD 2000)
Totò e Aldo Fabrizi diventati consuoceri fanno scintille.

Totò e Peppino divisi a Berlino un film di Mario Bianchi (DVD 2000)
La somiglianza straordinaria con il gerarca nazista Canarinis porta Totò a uno scambio di persona durante il processo per crimini di guerra....Totò alle prese con la guerra fredda.

Totò sceicco un film di Mario Mattoli (DVD 2003)
Totò nella legione straniera diventa il maggiordomo personale di un marchese appena arruolatosi. Scambiato per il figlio dello sceicco subirà le avances della regina di Atlantide.

Totò cerca casa un film di Mario Monicelli (DVD 2008)
Totò sfollato cerca casa e diventa guardiano...del cimitero, ma presunti fantasmi non allieteranno il sonno della sua famiglia.

Toto diabolicus un film di Steno (DVD 2004)
Per ottenere l’eredità del marchese Galeazzo di Torrealta, Totò si fa in quattro, anzi in cinque. Ma i suoi piani “diabolici” vengono scoperti.

Totò le mokò un film di Carlo Ludovico Bragaglia (DVD 2000)
Una parodia di Pepé le Moko con Jean Gabin vede impegnato Totò nella casbah di Algeri.

 

Le commedie più divertenti

L’italo-americano: Di’ in po’ paisà, è un buon bisinis?
Totò: Ottimo! Ottimo! I soldi nella fontana ce li buttano tutti, e poi ogni tanto la fitto alle case cinematografiche, ci girano le pellicole qua.
L’italo-americano: Ok.
Totò: Scusa un momento paisà, scusa un momento, qui bisogna stare con gli occhi aperti.
L’italo-americano: Che cosa è?
Totò: Mi sono fatto pagare i diritti di riproduzione.
L’italo-americano: Quant’è?
Totò: Ogni fotografia cento lire.
L’italo-americano: Io ne ho fatto tre!
Totò: Trecento lire!
da Totòtruffa ‘62

Guardie e ladri un film di Mario Monicelli e Steno (DVD 2005)
Totò e Aldo Fabrizi, ladro l’uno e carabiniere l’altro si rincorrono per tutto il film fino al finale
memorabile nel quale la commedia all’italiana da il meglio di sé. Giustamente premiato al Festival di Cannes (1952) per la miglior sceneggiatura.

I tartassati: di ieri, di oggi, di domani un film di Steno (DVD 2007)
Dopo Guardie e ladri, Totò e Aldo Fabrizi riprendono i panni del fuggiasco e dell’inseguitore. In questo film in particolare Totò è impegnato nel sottrarsi con i mezzi più impensabili ai controlli del fisco.

La banda degli onesti un film di Camillo Mastrocinque (DVD 2004)
Totò e Peppino s’improvvisano malviventi sperando di arricchirsi con la stampa di banconote false. Gli esiti sono prevedibili e le risate assicurate.

Sua eccellenza si fermò a mangiare un film di Mario Mattoli (DVD 2004)
Ancora una nuova aevventura nel furto per Totò. In questo film l’oggetto della refurtiva è un paio di posate sparito durante la cena con il ministro. Nel cast sono presenti Tognazzi, Vianello e Virna Lisi.

Questa è la vita un film di Giorgio Pàstina, Luigi Zampa, Mario Soldati, Aldo Fabrizi (DVD 2004)
Quattro episodi tratti da altrettante novelle di Luigi Pirandello. Nell’episodio “La patente” un esuberante Totò veste i panni dello iettatore Rosario.

Noi duri un film di Camillo Mastrocinque (DVD 2004)
Jazz e sketch si mescolano a Parigi e il risultato è operina ben costruita con Bice Valori, Paolo Panelli e Fred Buscaglione nel suo ultimo film.

L’allegro fantasma un film di Amleto Palermi (DVD 2002)
Agli esordi sul grande schermo, Totò interpreta ben tre personaggi diversi: i tre figli illegittimi a cui il ricco Pantaleo ha lasciato la sua eredità

Arrangiatevi un film di Mauro Bolognini (DVD 2000)
Mauro Bolognini dirige Totò in una commedia che fa satira sociale con la Legge Merlin e la seguente chiusura delle case chiuse. Ultimo film di un primo periodo per Bolognini prima dell’inizio del successivo con i capolavori La notte brava e Il bell’Antonio.

La mandragola un film di Alberto Lattuada (DVD 2000)
Adattamento del classico di Machiavelli, nel quale Lattuada pur di avere Totò nel cast trasforma Frate Timoteo da fiorentino in napoletano.

Racconti romani un film di Gianni Franciolini (DVD 2000)
Film corale tratto dall’omonima raccolta di Alberto Moravia nel quale Totò assieme a Vittorio De Sica è impegnato in una piccola parte.

Miseria e nobiltà un film di Mario Mattòli (DVD 2000)
Uno dei vertici della filmografia di Totò che veste i panni di Felice Sciosciammocca, personaggio cucito sulla sua personalità adattando la celebre commedia di Edoardo Scarpetta. Nel cast è presente una giovanissima Sophia Loren.

 

I capolavori d’autore

L’oro di Napoli un film di Vittorio De Sica (DVD 2006)
Nell’episodio Il guappo Totò ha la parte del povero Don Saverio, costretto a subire le angherie di Don Carmine che da anni si è installato in casa come fosse il padrone. Sapendolo malato terminale, Don Saverio prende coraggio e caccia l’intruso, ma il malato non era così grave e torna di nuovo a bussare alla porta. De Sica dirige Totò in uno dei più riusciti episodi del film.

I soliti ignoti un film di Mario Monicelli (DVD 2000)
Una banda di ladruncoli tenta un furto al Monte di Pietà, ma la sfortuna si accanisce contro di loro e il colpo non va come previsto. Prima commedia all’italiana con un cast di grandi attori tra i quali Gassman, Mastroianni e Claudia Cardinale. Totò come maestroscassinatore di cassaforti è semplicemente memorabile.

Risate di gioia un film di Mario Monicelli (DVD 2000)
Gioia e Umberto si conoscono da una vita avendo condiviso per anni il palcoscenico senza mai raggiungere il successo sperato. Entrambi attori in declino, lei è rimasta caratterista al cinema, lui vive di espedienti specializzato nel creare finti incidenti per riscuoterne l’assicurazione, tanto da essere chiamato “Infortunio”. La notte del Capodanno sarà l’occasione per una reunion. Considerato a lungo un film minore di Monicelli perché uscito tra I soliti ignoti e La grande guerra è stato rivalutato solo di
recente.

Uccellacci e uccellini un film di Pier Paolo Pasolini (DVD 2004)
Un padre (Totò) e un figlio (Ninetto Davoli) vagabondano nella periferia di una città indefinita, incontrando spazzini e barboni. Durante il loro cammino incontrano un corvo parlante che li accompagnerà per tutto il film, raccontando aneddoti o esprimendo le sue opinioni sulla società. Pasolini realizza un apologo sociopolitico sotto forma di fiaba premiato nel 1966 a Cannes per l’interpretazione di Totò.

Che cosa sono le nuvole? un film di Pier Paolo Pasolini in Capriccio all’italiana (DVD 2005)
Una rilettura originale dell’Otello di Shakespeare nella quale attori d’eccezione (oltre a Totò e Ninetto Davoli anche Franco e Ciccio) s’impegnano in una messa in scena dove sarà il pubblico a decidere il finale. La morte del burattino-Totò davanti alle bellezze del creato è un grande pezzo di cinema e il testamento del principe della risata.

 

Totò autore

Ll’ammore è comme fosse nu malanno | ca, all’intrasatta, schioppa dint’ ‘o core | senza n’avvertimento, senza affanno, | e te po’ ffa’ murì senza dulore.
da Ll’ammore

 

‘A livella e Poesie d’amore, Newton Compton editori, 2009

Totò si nasce: e io, modestamente, lo nacqui, Mondadori, 2000

‘A livella: poesie napoletane, Gremese, 1992

Parli come badi, La stampa, 2004

 

L'omaggio dei fan in rete

www.antoniodecurtis.com
Sito dedicato al grande attore ricco di informazioni: biografia, bibliografia, filmografia, citazioni, spazio fans club, news e molte altre sezioni curiose come giochi interattivi e il sondaggio in divenire sul miglior film di Totò, il cui risultato parziale decreta in vetta alla classifica Totò, Peppino e la malafemmina.

 

Ad un clic da te