Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Dire & fare >> Nati per leggere
 

Nati per leggere

Logo di Nati per leggere

All’insaputa delle famiglie e di loro stessi, i bambini cresciuti in ambienti con poca o nessuna confidenza con la letteratura, all’asilo e alle elementari devono già lottare per non restare indietro. Non è solo una questione di parole non ascoltate e non apprese; non ascoltare certe parole significa non imparare certi concetti, non incontrare certe forme della sintassi vuol dire capire meno i nessi tra certi eventi di un racconto; non conoscere le forme del racconto vuol dire essere meno in grado di dedurre e prevedere” (Marianne Wolf, Proust e il calamaro)

 

La biblioteca aderisce dal 2010 a Nati per leggere, il più significativo progetto italiano che si occupa dello sviluppo del bambino, con l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra sei mesi e cinque anni.
Il progetto si presenta all'esterno con uno slogan che ne riassume il significato "Apprendere l'amore per la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia". Ecco perché "Nati per leggere" riguarda tutti, bibliotecari, genitori, educatori, per poter dare a ciascun bambino le medesime opportunità di conoscenza, crescita intellettuale e di scelta.

Con il progetto Lettura ambulante è stato stretto un accordo con i medici del Gruppo pediatrico associato Peter Pan di Pistoia, dello Studio pediatrico Arcobaleno e dell'Ambulatoro pediatrico di Via Capitini, nella Zona delle Fornaci, per incontrare i bambini e i genitori che frequentano gli ambulatori e far conoscere i vantaggi della lettura ad alta voce fin dalla prima età.

Nella sala destinata ai piccoli della San Giorgio Ragazzi, nello spazio connotato  "Nati per leggere", si può trovare il materiale promozionale, le schede di lettura di alcuni libri proposti, le novità dei libri adatti per questa fascia d'età segnalate anche, mensilmente, in Cosa leggere di nuovo ai bambini. Si può anche consultare Le bibliografie di Nati per leggere per farsi aiutare nella scelta dei libri da proporre ai piccoli.

A partire da dicembre 2015, un sabato mattina al mese, presso la sala riservata ai piccoli della San Giorgio Ragazzi, si tiene l'iniziativa Grandi e Piccini. I genitori leggono ai bambini, con mamme e babbi che leggono storie ai loro bambini e ai piccoli frequentatori della biblioteca, seduti su morbidi cuscini, in un ambiente confortevole che stimola il piacere della lettura ad alta voce e dell'ascolto. La partecipazione è libera e gratuita.
I libri letti nei sabati di "Grandi e Piccini", vengono scelti in occasione di un appuntamento mensile, A preparar le storie, nel quale le bibliotecarie si incontrano con i genitori interessati per proporre le storie e gli autori amati dai più piccoli. "A preparar le storie" si tiene un pomeriggio al mese, negli spazi della San Giorgio Ragazzi. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, non è richiesta la prenotazione, ma è consigliabile inviare una mail all'indirizzo sangiorgio@comune.pistoia.it per comunicare la propria presenza. 

 

Dall'esperienza di "Nati per leggere", ricordiamo alcuni suggerimenti e indicazioni utili per i genitori:

  • La lettura crea un rapporto di speciale intimità tra il bambino e il genitore, e arricchisce la relazione affettiva. I libri forniscono inoltre al genitore, e ancora una volta soprattutto a quello meno “attrezzato” ed esperto, una struttura del linguaggio e un vocabolario appropriati da usare con i loro bambini.
  • Accompagnare la lettura a voce alta e guardare il libro insieme è molto importante per lo sviluppo del linguaggio del bambino.
  • Il bambino si consolida come lettore partendo dalla familiarizzazione con l’oggetto libro, dalle prime esplorazioni, dalle prime letture delle immagini dello strumento libro.
  • E' bene lasciar scegliere al bambino il libro da leggere e il momento della lettura, e insieme far entrare i libri nella routine quotidiana, ad esempio all’ora della nanna.
  • Il momento della lettura dovrebbe essere allegro e piacevole perché il bambino lo associ ad affetto e attenzione dei genitori e cresca amando i libri.
  • E' utile mettere in relazione i libri con le esperienze del bambino, ricordando che "a ogni libro, il suo lettore, a ogni lettore il suo libro".
  • I genitori dovrebbero parlare delle storie lette e rapportarle alla vita del bambino.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te