Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Mondo nuovo
 

Mondo nuovo

 

Mondo nuovo è un romanzo di fantascienza pubblicato nel lontano 1932 ma che conserva una modernità fuori dal comune: immagina uno scenario distopico ambientato nell’anno 2540 della nostra era in cui lo Stato mondiale ha un unico obiettivo, ovvero la felicità umana. Questo porta a progettare finemente tutto, dalle nascite alle relazioni con gli altri in modo tale che nessuno sia mai infelice. In realtà gli uomini di questo mondo non provano sentimenti veri né insoddisfazioni, perché fin da bambini vengono “programmati” per accettare la vita così come si presenta. Se poi subentra una piccola forma di infelicità, viene messa a disposizione della comunità una droga chiamata soma, in grado di calmare ciò che si prova. Come accade a Lenina, la giovane protagonista del romanzo che, cresciuta ed educata secondo la filosofia del Mondo nuovo, si concede indifferentemente a tutti gli uomini. Quando però la ragazza incontra John “Il selvaggio”, così chiamato perché è stato uno dei pochi giovani a crescere nel modo tradizionale, se ne innamora e capisce che l’amore è qualcosa di diverso rispetto a un’anonima mera pratica sessuale. John viceversa, quando scopre il Mondo nuovo, che fin da bambino aveva immaginato come favola, ne è profondamente disgustato. La condizione utopistica del genere umano nel romanzo descritta si ottiene sacrificando tutto ciò che per l’uomo costituisce un valore: la letteratura, lo studio, l’amore, la diversità culturale. In questo senso Mondo nuovo è da considerarsi uno dei primi romanzi distopici pienamente riusciti.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te