Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Millennials
 

Millennials

Immagine tratta dal web

Tutta la materia di cui siamo fatti noi l’hanno costruita le stelle, tutti gli elementi dall’idrogeno all’uranio sono stati fatti nelle reazioni nucleari che avvengono nelle supernove, cioè queste stelle molto più grosse del Sole che alla fine della loro vita esplodono e sparpagliano nello spazio il risultano di tutte le reazioni nucleari avvenute al loro interno. Per cui noi siamo veramente figli delle stelle.

(Margherita Hack)

Se anche tu come noi ami l’astronomia ma sei alle prime armi nella millenaria pratica del riconoscere stelle e costellazioni (o hai semplicemente paura di perderti nel bosco di notte), e non sai da dove cominciare, non ti preoccupare! Nell’era digitale ci sono tante app che puoi scaricare gratuitamente (o quasi) per muovete i primi passi nell'osservazione della volta celeste. Pronto a scoprirle con questo piccolo kit di sopravvivenza per l'osservazione celeste?

Cominciamo con Mappa Stellare (Star Chart), disponibile sia per Android sia per iOS. Puntandola verso il cielo simula in tempo reale stelle e costellazioni che stai osservando. Mostra tutte le 88 costellazioni, i pianeti del Sistema Solare, compresi il Sole e la Luna e conta un catalogo fino a 5.000 stelle. Selezionando un oggetto offre informazioni quali luminosità e distanza. Alcuni di questi si possono anche zoomare, come pianeti o nebulose, per vederli in modo ravvicinato. Puoi puntare il cellulare anche più in basso dell’orizzonte e vedere cosa sta per sorgere ad Est o è appena tramontato ad Ovest. Puntando ancora più in basso, verso i piedi, puoi vedere addirittura il cielo dell’emisfero australe.Altre idee carine dell'app? La "modalità di esplorazione" che permette di viaggiare in 3D nel sistema solare; saltando da un pianeta all’altro potrai visualizzarli da vari angoli e leggere la scheda tecnica e descrittiva per ciascuno di essi. Degna di nota la funzione "Allunaggio dell’Apollo 11" nella sezione "Istanti nel tempo" che simula l’ambientazione lunare della famosa missione con i vari moduli ed esperimenti piazzati nel sito di allunaggio. Proseguiamo con Star Walk 2.

Per molti una delle migliori app in quanto a funzioni, informazioni e grafica, scaricabile sia per Android sia per iOS. È utilizzabile come mappa stellare in tempo reale puntandola in una direzione del cielo oppure come simulatore celeste. Colpisce per la grafica mozzafiato sia delle immagini delle costellazioni che dell’ambientazione dell’orizzonte e gli effetti sonori rendono ancora più suggestiva ed entusiasmante l'esperienza dell’esplorazione del cielo. Per esempio touchando il pulsante fotocamera in alto a destra, è possibile vedere le stelle e le costellazioni della mappa con lo sfondo reale in trasparenza. In pratica vedrai attraverso il tuo smartphone il cielo virtuale della mappa sovrapposto a quello vero. Andando invece su Impostazione -> Sky Live, una divertente grafica mostra l’ora in cui sorgono e tramontano i corpi del sistema solare visibili in cielo ad occhio nudo, in primis Sole e Luna, ed in particolare la fase lunare del nostro satellite. Un’altra funzione fantastica, andando sempre sulle impostazioni e selezionando “barra dello spettro”, permette di vedere il cielo non solo nella classica luce visibile, ma anche nelle altre bande dello spettro. Vedrai come appare la Via Lattea nell’infrarosso o nei raggi X e così via. Modificando poi la data, parte automaticamente un’animazione delle star trails, un effetto del moto delle stelle che ruotano attorno alla polare. Unico neo, la pubblicità! 

Terminiamo con ISS Detector. ISS Detector è un must per chiunque ami l'astronomia e che vuole saperne di più sull'International Space Station? L'app ti dirà infatti quando e dove avvistare l'International Space Station o gli Iridium flares, avvisandoti qualche minuto prima di un passaggio, così da non perdere mai un avvistamento e i bagliori luminosi dei satelliti di comunicazione Iridium e della stazione spaziale cinese Tiangong 2.

Se ti abbiamo appassionato con queste app, sappi che martedì 21 gennaio 2019 alle 10.30 in Auditorium Terzani, potrai scoprire tantissimi altri misteri sulla volta celeste, grazie alla conferenza di James Synge sul tema Progetto PANOPTES e Citizen science
Non mancare!

 

Ad un clic da te