Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: Attività >> Proposte di lettura >> SanGiorgioRassegne >> Ma chi sei? L' Alzheimer e il tramonto della mente
 

Ma chi sei? L' Alzheimer e il tramonto della mente

 

Sa chi sono. Sa che sono la donna che ama, che ha sempre amato. Non c'è malattia, non c'è persona che te lo possa togliere, questo”

(Michael Zadorian)

 

In occasione della Settimana di prevenzione dell'invecchiamento mentale (21-26 settembre 2015) che prevede, presso la Biblioteca San Giorgio, conferenze e momenti di confronto a cura dell'Associazione Assomensana, proponiamo un percorso di lettura sull'Alzheimer, un tema ancora tabù, una malattia di cui poco si parla e della quale, invece, molto ci si vergogna. Con l’Alzheimer o demenza senile occorre, però, confrontarsi: sulla base delle proiezioni delle Nazioni Unite relative alla popolazione mondiale fino al 2050, il numero di persone con questo disturbo è destinato ad aumentare dai 25,5 milioni del 2000 a 63 milioni nel 2030, fino a 114 milioni nel 2050. Con oltre 18 milioni di malati nel mondo, l’Alzheimer è e resta una delle malattie neurologiche a più alto impatto sulla qualità della vita: altamente invalidante, per via del drammatico declino cognitivo che l’accompagna, è, come l'ha definita il celebre scrittore e saggista statunitense Jonathan Franzen, particolarmente triste, perché “il paziente perde il proprio “io” prima che il corpo muoia”. A livello medico e sociale sono stati compiuti alcuni passi in avanti: nel 2013 (il 21 settembre) è stata istituita la giornata mondiale dell'Alzheimer, è stato redatto un portale (www.alzheimer.it) dove è possibile trovare numeri di pronto intervento e suggerimenti utili per affrontare la malattia ed, infine, è stata redatta anche una vera e propria Carta dei diritti del malato di Alzheimer (a cura della Federazione Alzheimer italiana). Attraverso la selezioni di libri e film suggeriti in questa pubblicazione, possiamo sapere qualcosa di più di questa patologia: abbiamo, tuttavia, deciso di raccontarla non tanto da un punto di vista medico-scientifico, ma proprio utilizzando le storie di persone (alcune vere, altre frutto della fantasia di scrittori o registi) che in prima persona avevano vissuto la malattia o avevano prestato comunque soccorso al malato. Il filo rosso che unisce idealmente romanzi e film è il desiderio e l'auspicio futuro che i malati e le persone che fanno assistenza non si debbano trovare a vivere in una condizione di reclusione, abbandonati dalle istituzioni e dalla società, ma siano piuttosto parte integrante di un mondo che li accoglie. Questo è il messaggio principale che intendiamo rivolgere al lettore e al pubblico, in generale.

 (versione pdf)


Il giorno in cui mia madre non riuscì più a trovare la cucina. Affrontare la demenza senile di una persona cara di Jörn Klare, Feltrinelli, 2015

Non ricordo se ho ucciso di Alice LaPlante, Fazi, 2012

Avrò cura di te di Sophie Fontanel, Mondadori, 2011

Perdersi di Lisa Genova, Piemme, 2010

In viaggio contromano di Michael Zadoorian, Marcos y marcos, 2009

Rughe di Paco Roca, Tunué, 2008

Cuore di mamma di Rosa Matteucci, Adelphi, 2006

Mia madre, la mia bambina di Tahar Ben Jelloun, Einaudi, 2006

 

Prevenire l'invecchiamento mentale

Viaggio dentro la mente: conoscere il cervello per tenerlo in forma di Piero Angela, Mondadori, 2014

Breve corso di ginnastica per la memoria di Angels Navarro, Vallardi, 2013

Alla ricerca delle coccole perdute di Giulio Cesare Giacobbe, Ponte alle Grazie, 2004

 

Ritratti nella memoria

Una sconfinata giovinezza un film di Pupi Avati (DVD 2011)

A spasso con Daisy un film di Bruce Beresford (DVD 2007)

Poetry un film di Lee Chang-dong (DVD 2011)

Lontano da lei un film di Sarah Polley (DVD 2008)

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te