Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: Attività >> Proposte di lettura >> SanGiorgioRassegne >> Leggere, scrivere, disobbedire*: un omaggio a Stefano Benni, lo scrittore dell'immaginazione
 

Leggere, scrivere, disobbedire*: un omaggio a Stefano Benni, lo scrittore dell'immaginazione

Stefano Benni sarà ospite a Pistoia presso la Galleria Centrale della Biblioteca San Giorgio sabato 30 marzo 2019, ore 21.00. L'incontro, gratuito e aperto a tutti, si inserisce nel programma del festival Sport, Book & Media che si svolgerà a Pistoia da venerdì 29 marzo a domenica 31 marzo.

(versione pdf)

 

Al bar Sport non si mangia quasi mai. C'è una bacheca con delle paste, ma è puramente coreografica. Sono paste ornamentali, spesso veri e propri pezzi d'artigianato. Sono lì da anni, tanto che i clienti abituali, ormai, le conoscono una per una. Entrando dicono: «La meringa è un po' sciupata, oggi. Sarà il caldo». Oppure: «È ora di dar la polvere al krapfen». Solo, qualche volta, il cliente occasionale osa avvicinarsi al sacrario. Una volta, ad esempio, entrò un rappresentante di Milano. Aprì la bacheca e si mise in bocca una pastona bianca e nera, con sopra una spruzzata di quella bellissima granella in duralluminio che sola contraddistingue la pasta veramente cattiva. Subito nel bar si sparse la voce: «Hanno mangiato la Luisona!». La Luisona era la decana delle paste, e si trovava nella bacheca dal 1959. Guardando il colore della sua crema i vecchi riuscivano a trarre le previsioni del tempo. La sua scomparsa fu un colpo durissimo per tutti. Il rappresentante fu invitato a uscire nel generale disprezzo. Nessuno lo toccò, perché il suo gesto malvagio conteneva già in sé la più tremenda delle punizioni. Infatti fu trovato appena un'ora dopo, nella toilette di un autogrill di Modena, in preda ad atroci dolori. La Luisona si era vendicata.

(Stefano Benni, Bar Sport, Feltrinelli, 1997)

 

Genio della satira italiana, Stefano Benni (Bologna, 1947) si è imposto nel panorama editoriale italiano a partire dagli anni Ottanta. Scrittore, poeta, giornalista e drammaturgo scrive numerosissimi romanzi che attraversano tutti i generi letterari e affermano, attraverso una varietà multiforme di stili e linguaggi, il potere dell’immaginazione e della complessità fortemente contrapposto al pensiero “unico” o indifferente. Presso l'editore Feltrinelli, dopo la raccolta di poesie satiriche Prima o poi l'amore arriva (1981), è la volta del romanzo satirico-fantascientifico Terra (1983) che lo pone all'immediata attenzione della critica europea. Dopo la parentesi de I meravigliosi animali di Stranalandia (1984) con i disegni di Pirro Cuniberti che lo avvicinano alla linea fantastica-ironica di Gianni Rodari, tenta il romanzo più impegnato con Comici spaventati guerrieri (1986), una critica neanche tanto velata della condizione urbana. I lavori seguenti sono una continua crescita con la composizione di opere di carattere fantastico fortemente legate alla situazione politica e sociale contemporanea. Altri suoi libri sono: L'avventura, Baol, Una tranquilla notte di regime, La Compagnia dei Celestini, Spiriti, Saltatempo (Premio Bancarella 2001), le raccolte di racconti, L'ultima lacrima, Bar sport, Bar sport duemila e le raccolte di brani teatrali Teatro e Teatro 2. Prendiluna è il suo ultimo romanzo.

Leggere, scrivere, disobbedire. Conversazione con Goffredo Fofi, Minium fax, 1997

 

Bar Sport, Feltrinelli, 1997

Comici Spaventati guerrieri, Feltrinelli, 1992

Baol, Feltrinelli, 1994

Saltatempo, Feltrinelli, 2003

La grammatica di Dio, Feltrinelli, 2009

Cari mostri, Feltrinelli, 2015

Prendiluna, Feltrinelli, 2017

 

Ad un clic da te