Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: San Giorgio Ragazzi >> Vietato ai maggiori >> Lettori si cresce - Le recensioni dei ragazzi >> Le recensioni dei ragazzi - Qualcuno con cui correre, di David Grossman
 

Le recensioni dei ragazzi - Qualcuno con cui correre, di David Grossman


Assaf, sedicenne timido e impacciato, alto e robusto, viso infantile e capelli neri. Tamar, sedicenne solitaria e ribelle, piccola e fragile ma determinata, chioma nera riccia.
Questi gli identikit dei due protagonisti del romanzo Qualcuno con cui correre: due adolescenti che corrono la corsa della vita insieme, legati da un filo, il cane Dinka, responsabile della loro conoscenza. Assaf, infatti, grazie al suo incarico al municipio ha il compito singolare di rintracciare per le vie della città santa, Gerusalemme, il proprietario di un cane smarrito.
I due ragazzi si cercano inconsapevolmente fin dalle prime pagine del libro ma le loro inchieste sono su piani diversi: quella di Assaf è materiale e concreta, l'altra, intima e mentale, si articola nelle pagine del suo diario e nelle confidenze con la migliore amica Leah.
Assaf per le vie di Gerusalemme si trova a tu per tu con pericolo, carcere, intimidazioni, percosse, tutte esperienze che comporteranno la sua crescita interiore e lo aiuteranno passo dopo passo a raccogliere tutti i tasselli necessari per ricostruire il puzzle della vita di Tamar. Non è una ragazza frivola, un'insulsa sognatrice ma ha progetti ben precisi: vuole salvare suo fratello Shay dalla droga, incastrare l'organizzazione malavitosa che sfrutta i giovani e ci riuscirà solo dopo aver incontrato Assaf.
“Egli rincorre il cane ma i suoi pensieri rincorrono lui, vorrebbe cancellarli, concentrarsi unicamente su quella corsa.” Assaf è dimidiato: nella sua mente compaiono pensieri sulla sua famiglia e sulle sorelle da poco trasferite in America, ma su questi prevalgono la brama e il desiderio di incontrare Tamar, la ragazza di cui gli ha parlato suor Teodora, la ragazza che per regalare un futuro migliore al fratello si è rasata i capelli per calarsi nelle vesti di artista di strada problematica, così da essere adescata dallo stesso gruppo di malfattori che ha circuito ragazzi come Shay. A "correre" parallelamente a Tamar e Assaf abbiamo i saggi amici, Leah, decisiva nella fuga di Tamar e suo fratello dal gruppo di "giovani artisti" e Karnaf, fidato amico di Assaf al quale quest'ultimo riferisce, giorno per giorno, le sue avventure.
"Qualcuno con cui correre" è un romanzo che ha come tema dominante quello dell'amore, ma non per questo è un patetico romanzo adolescenziale a tratti troppo sdolcinato, ma è un libro che tratta di amore fraterno che domina su tutto, che trionfa sulla droga, amore di colui che ama prima di conoscere, di colui che ha la consapevolezza di trovare qualcuno con cui poter condividere non solo parole ma anche silenzi talvolta ancor più eloquenti, ma soprattutto di trovare qualcuno con cui correre, che ti tenda una mano e ti aiuti a risollevarti dopo le cadute.

(aa. 2015-2016 Recensione di Federica Tosi, Classe II del Liceo classico Forteguerri)

 

Ad un clic da te