Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: La rassegna del mese
 

La rassegna del mese

Immagine tratta dal web

Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi che tengono conto in maniera equilibrata delle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, quella economica, sociale ed ecologica. Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dovranno essere realizzati entro il 2030 a livello globale da tutti i Paesi membri dell’ONU. Ciò significa che ogni Paese del pianeta è chiamato a fornire il suo contributo per affrontare in comune queste grandi sfide. Si dovranno, inoltre, trovare incentivi per incoraggiare gli interlocutori non governativi a partecipare in modo più attivo allo sviluppo sostenibile.

 

Inauguriamo il nuovo anno con questo percorso di lettura che accosta a ogni singolo obiettivo di Agenda 2030 un testo per affrontare in modo consapevole i problemi della società, dell’ambiente e dell’umanità. Tante le lezioni da apprendere e le azioni da fare, perché ognuno – nel proprio piccolo – contribuisca a rendere migliore il mondo che ci ospita.

(versione pdf)

 

Sconfiggere la povertà  Nel mondo, 836 milioni di persone vivono ancora in povertà estrema. Nei Paesi in via di sviluppo un abitante su cinque vive ancora con meno di 1,25 dollari al giorno: una povertà diffusa soprattutto in Asia meridionale e nell'Africa Subsahariana. La povertà va ben oltre la sola mancanza di guadagno e di risorse per assicurarsi da vivere in maniera sostenibile. Tra le sue manifestazioni ci sono anche la fame e la malnutrizione, l’accesso limitato all’istruzione e agli altri servizi di base, la discriminazione e l’esclusione sociale, così come la mancanza di partecipazione nei processi decisionali.

Un mondo a tre zeri. Come eliminare definitivamente povertà, disoccupazione e inquinamento di Muhammad Yunus, Feltrinelli, 2018

Sconfiggere la fame La fame colpisce un numero crescente di persone: secondo il rapporto annuale redatto dalla FAO e da diverse agenzie delle Nazioni Unite (inclusa l'UNICEF), negli ultimi 5 anni decine di milioni di individui in tutto il mondo sono passati nelle fila dei sottoalimentati cronici e molti paesi sono alle prese con molteplici forme di malnutrizione.

Gli anni, i mesi, i giorni di Yan Lianke, Nottetempo, 2019

Salute e benessere È fondamentale garantire una vita sana e promuovere il benessere dei viventi a tutte le età. Sono stati fatti grandi progressi per l’aumento dell’aspettativa di vita e la riduzione di alcune delle cause di morte più comuni legate alla mortalità infantile e materna, tuttavia sono necessari ulteriori sforzi per debellare malattie che ancora persistono.

I poveri di William T. Vollman, Minimum fax, 2020

Istruzione di qualità Nelson Mandela diceva che “l’istruzione e la formazione sono le armi più potenti per cambiare il mondo”. Proprio così, l’istruzione è uno dei valori più importanti nella vita di una persona, un bene prezioso che ci permette di aprire la mente, conoscere il mondo che ci circonda e costruire il nostro futuro. Il diritto all’istruzione è uno dei valori principali su cui si fonda la nostra Costituzione, menzionato anche nella Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, in cui si dichiara che tutti gli Stati riconoscono il diritto all’educazione, rendono l’insegnamento primario obbligatorio e gratuito per tutti e garantiscono che l’educazione sia accessibile a ogni ragazzo, al fine di diminuire il tasso di abbandono della scuola.

Nello specchio della scuola. Quale futuro per l’Italia di Patrizio Bianchi, Il mulino, 2020

Parità di genere Le disparità di genere sono una forma persistente di disuguaglianza in ogni paese. Secondo un’indagine delle Nazioni Unite riportata dal quotidiano inglese The Guardian in media il 90 per cento della popolazione – il 91 per cento degli uomini e l’86 per cento delle donne – nutre ancora almeno un pregiudizio nei confronti delle donne in tema di diritti politici, economici, riproduttivi, legati all’istruzione o alle violenze di genere.

Invisibili. Come il nostro mondo ignora le donne in ogni campo. Dati alla mano di Caroline Criado Perez, Einaudi, 2020

Acqua pulita e servizi igienico-sanitari Garantire a tutti la disponibilità di acqua e una corretta gestione dei servizi igenico-sanitari è un aspetto essenziale per il mondo. Ad oggi , la scarsità d’acqua colpisce più del 40% della popolazione globale e si stima che nel 2050 almeno una persona su quattro sia colpita da carenza duratura o ricorrente di acqua potabile.

Oro blu. Storie di acqua e cambiamento climatico di Edoardo Borgomeo, Laterza, 2020

Energia pulita e accessibile Sviluppare politiche che consentano un accesso equo all’energia è una questione centrale per un futuro sostenibile. Un individuo su cinque nel mondo non dispone di energia elettrica per soddisfare bisogni primari come cucinare, illuminare e riscaldare la propria abitazione. La povertà energetica è una delle forme peggiori di povertà, perché ostacola lo sviluppo economico di un paese.

Emergenza energia di Nicola Armaroli, Dedalo, 2020

Lavoro dignitoso e crescita economica: Non basta ridurre il tasso di disoccupazione per sottrarre le persone alla povertà: è necessario costruire un’economia e una società capace di offrire a tutti l’opportunità di avere un posto di lavoro di qualità.

Italia 2030. Proposte per lo sviluppo, La nave di Teseo, 2020

Imprese, innovazione e infrastrutture: Senza tecnologia e innovazione, non vi sarà industrializzazione e senza industrializzazione non vi sarà sviluppo. Gli investimenti in infrastrutture – trasporti, irrigazione, energia e tecnologie dell’informazione e della comunicazione  – sono cruciali per rafforzare le capacità delle comunità in molti paesi.

Schiavi del clic. Perché lavoriamo tutti per il nuovo capitalismo? di Antonio Casilli, Feltrinelli, 2020

Ridurre le disuguaglianze Entro il 2030 si prevede di potenziare e promuovere l’inclusione sociale, economica e politica di tutti, a prescindere da età, sesso, disabilità, razza, etnia, origine, religione, stato economico o altro. La strada da percorrere è ancora lunga, considerando che nei paesi in via di sviluppo tra il 1990 e il 2010 la disparità di reddito è aumentata dell’11% .

Sul vulcano di Federico Fubini, Longanesi, 2020

Città e comunità sostenibili Le città sono centri per nuove idee, per il commercio, la cultura, la scienza, la produttività, lo sviluppo sociale e molto altro. Tuttavia, persistono molte sfide per mantenere i centri urbani come luoghi di lavoro e prosperità senza che siano danneggiati il territorio e le risorse.

Smart city, smart citizen di Carlo Ratti, EGEA, 2013

Consumo e produzioni responsabili Questo obiettivo mira ad assicurare modelli sostenibili di consumo e produzione che sono il nucleo dell’economia mondiale. Tuttavia gli attuali paradigmi hanno portato alla deforestazione, alla scarsità idrica, allo spreco di cibo e ad alte emissioni di carbonio. Tutto questo ha alterato e degradato il consumo di ecosistemi fondamentali. La transizione verso modelli di consumo e produzione sostenibili è già iniziata in varie parti del mondo e necessita urgentemente di essere accelerata ed estesa a livello mondiale.

Una buona economia per tempi difficili di Esther Duflo e Abhijit Banerjee, Laterza, 2020

Lotta contro il cambiamento climatico Il cambiamento climatico interessa i paesi di tutti i continenti. Le emissioni di gas a effetto serra, derivanti dalle attività umane, sono la causa principale e continuano a aumentare: tutto ciò provoca fenomeni meteorologici estremi, innalzamento del livello del mare e mutamento delle condizioni meteorologiche. Il cambiamento climatico è una sfida globale e richiede soluzioni coordinate a livello internazionale.

E se smettessimo di fingere? Ammettiamo che non possiamo più fermare la catastrofe climatica di Jonathan Franzen, Einaudi, 2020

La vita sott’acqua: Gli oceani, coprendo quasi tre quarti della superficie terrestre, sono la caratteristica principale del pianeta e sono essenziali per la sua sopravvivenza. Sono, inoltre, fondamentali anche per il benessere economico nazionale e globale. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile è il fulcro di questo quattordicesimo obiettivo.

Il tempo e l’acqua di Andri Snaer Magnason, Iperborea, 2020

La vita sulla terra L’uomo non può vivere da solo, fa parte dell’ambiente in cui è inserito e da questo trae tutto ciò di cui ha bisogno, dal cibo che mangia all’ossigeno che respira. Se l’ecosistema si degrada, la vita animale e vegetale ne patisce e ne soffriamo anche noi che ne facciamo parte. Le risorse naturali hanno subito dagli anni Cinquanta del secolo scorso un declino senza precedenti nella storia umana. Una specie su otto è a rischio estinzione. Per l’Italia la tendenza è estremamente negativa, causata dal netto peggioramento degli indicatori elementari relativi alla frammentazione del territorio e al consumo di suolo.

Non c’è più tempo di Luca Mercalli, Einaudi, 2018

Pace, giustizia e istituzioni forti  Promuovere società pacifiche, offrire l’accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficienti e responsabili a tutti i livelli: questo è l’impegno che si assume l’obiettivo numero quindici al fine di prevenire la violenza e combattere il terrorismo e la criminalità.

Gridalo di Roberto Saviano, Bompiani, 2020

Patnership per gli obiettivi: Questo ultimo goal mira a rafforzare i mezzi di cooperazione internazionale per facilitare il raggiungimento di tutti gli obiettivi dell’Agenda 2030, anche nei Paesi in via di sviluppo. Ridurre le disuguaglianze tra Nord e Sud del mondo è un’azione che deve essere peseguita sia incrementando gli aiuti sia promuovendo la cooperazione tra i governi . Sono necessari investimenti e sostegno internazionali per garantire uno sviluppo tecnologico nel segno dell’innovazione sostenibile, un commercio globale equo e un accesso diffuso al mercato, soprattutto per i Paesi in via di sviluppo . Queste collaborazioni inclusive devono mettere al centro le persone e il pianeta e sono necessarie a livello globale, regionale, nazionale e locale.

Quel mondo diverso. Da immaginare, per cui battersi, che si può realizzare di Fabrizio Barca e Enrico Giovannini, Laterza, 2020

 

Ad un clic da te