Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: L'ozio come stile di vita
 

L'ozio come stile di vita

Tom Hodgkinson, direttore di The Ider, rivista di culto che critica l’idolatria del lavoro e propone modelli di vita centrati sulla riscoperta del valore del tempo e di se stessi, è noto per aver pubblicato questo libro divenuto negli anni un vero e proprio bestseller. Oziare significa essere liberi, e non soltanto esseri liberi di scegliere fra McDonald’s e Burger King o fra Volvo e Saab. Significa essere liberi di vivere la vita che vogliamo fare, liberi da capi, salari, pendolarismo, consumi e debiti. Oziare significa divertimento, piacere e gioia: queste sono le parole che l’autore scrive in questo testo, una sorta di guida colta e raffinata. Attingendo a una letteratura dell’ozio che è antica e prestigiosa attraverso gli esempi di opere di Bertrand Russell, Walt Whitman, Robert Louis Stevenson, Friedrich Nietzsche e altri famosi autori, Hodgkinson ci suggerisce ventiquattro (come le ore del giorno) differenti modi di oziare: passeggiare senza una meta, meditare, coltivare l’arte della conversazione, contemplare il cielo stellato, indulgere a piccoli vizi come il tabacco e l’alcol, fare la siesta e sognare a occhi aperti. In un mondo dominato dall’etica del lavoro, dall’efficienza, da martellanti messaggi che ci incitano a fare produrre e guadagnare, l’atto di oziare diviene sovversivo e rivoluzionario, anche se come diceva Oscar Wilde non far niente è il lavoro più duro di tutti.
 

Ad un clic da te