Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Attività >> Mostre ed esposizioni >> "Innamorato di questa nobile Italia". Niccolò Puccini e il suo lascito a Pistoia
 

"Innamorato di questa nobile Italia". Niccolò Puccini e il suo lascito a Pistoia

 

20 novembre - 20 dicembre 2021 - Atrio d'ingresso
Inaugurazione sabato 20 novembre, ore 11 - Auditorium Terzani

Mostra documentaria a cura di Laura Dominici e Lorenzo Sergi

La mostra si inserisce nell'ambito del progetto Pistoia “La silenziosa". Risorse nascoste della nostra città, svoltosi nel corso dell’anno 2021 e portato avanti dall’Associazione culturale Onlus per la musica To Groove Pistoia con la collaborazione di: Provincia di Pistoia; Comune di Pistoia; Agrabah, Associazione genitori per l'autismo Onlus; Movimento Cristiano Lavoratori - Pistoia.

Il progetto è realizzato a valere sul Bando I giovani per il volontariato 2020 del Cesvot finanziato con il contributo di Regione Toscana - Giovanisì in accordo con il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, con la partecipazione e il finanziamento della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Tra l’attività svolta con i ragazzi e la mostra che si inaugura alla San Giorgio c’è stata forte e sinergica collaborazione, nel comune obiettivo di rileggere molti aspetti storico-culturali della nostra vicenda cittadina in chiave sociale, secondo un concetto di cultura come strumento di coinvolgimento sociale che fu caro a Niccolò Puccini. In tal senso la mostra contiene queste due anime, culturale e sociale, e vuole riproporre all’attenzione l’importanza del lascito patrimoniale e soprattutto intellettuale di Niccolò Puccini.

I documenti esposti narrano di come si sia evoluta e trasformata la città di Pistoia dopo la morte del filantropo, avvenuta nel 1852: grazie alle sue lungimiranti volontà, attraverso il filo rosso che legava idealmente il suo ruolo in patria alla figura del cardinal Niccolò Forteguerri, ideale fondatore della Biblioteca Forteguerriana e del primo liceo pistoiese, si innescano nel tessuto sociale cittadino una serie di attività che muovono dall’inaugurazione del monumento al cardinale nella piazza del Duomo, nel 1863, per arrivare alle manifestazioni dei tre giorni di Onoranze di Puccini nel settembre del 1889.

Le tappe di questo percorso in cui gli istituti cittadini di assistenza ai giovani sono al centro dell’evoluzione sociale della città intera è ricostruibile grazie al fondamentale contributo offerto dalle testimonianze archivistiche conservate all’interno di complessi documentari variegati. Attraverso la connessione tra i contesti ‘cartacei’, storici e ‘personali’ si ambisce ad offrire un piccolo contributo agli studi pucciniani.

 

 

Ad un clic da te