Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Impuri Tour

Una foto dell'installazione

14 marzo  - 5 aprile 2014 - Galleria centrale

Installazione di Sandra Tomboloni & Homless#2013

Invito
(pdf, 545 Kb)

 

Per me le cose, le vite buttate sono lo scrigno

del tesoro, e... stanno lì, sul marciapiede,

pronte ad essere colte come si raccolgono i fiori.

E io vedo loro come invitati, come attori principali

sul palcoscenico della vita, o come primi cittadini

della REPUBLICA DELLA FANTASIA dove,

come veri e propri ospiti d’onore,

sono i più attesi.

(Sandra Tomboloni)

Impuri Tour è un progetto che nasce come estensione nomade e portatile della mostra svoltasi tra settembre e novembre 2013 a Pontassieve. In questa occasione Sandra Tomboloni, supportata da un collettivo di associazioni e singoli (nominato poi collettivo Homeless#2013) ha dato vita a Homeless#2013-Oggetti senza tetto, una mostra-progetto patrocinata dal comune di Pontassieve e dalla Regione Toscana, in cui i temi dello spreco e dell'emarginazione sono stati messi al centro della discussione. L'intervento dell'artista non si è limitato a una semplice mostra o installazione ma è andato a sondare il territorio, chiamando in causa la cittadinanza, e in particolar modo le scuole, che hanno partecipato con grande impegno ai laboratori didattici organizzati dalle associazioni Arte in Erba, Mooma e Spazio Off. Prendendo a pretesto la tematica dello spreco l'artista ha coinvolto da subito anche l'azienda di smaltimento rifiuti Aer di Pontassieve, che ha messo a disposizione del progetto tutti gli oggetti raccolti in discarica. Perché buttare via le cose, perché abbandonarle - ci chiede Sandra Tomboloni - a volte lo si fa anche con le persone, le si abbandonano solo perché non ci piacciono più. La Tomboloni ha portato tutti a riflettere su queste tematiche partendo proprio dalla poetica che da sempre è il fondamento della sua ricerca. I suoi lavori nascono spesso da oggetti trovati per strada, abbandonati vicino ai cassonetti solo perché hanno dei piccoli difetti o non sono più di moda. Lei invece li recupera, li accoglie, li veste di nuova vita ricoprendoli di stoffa, pongo e colore, e facendoli diventare gli ospiti d'onore, i protagonisti più attesi. Da subito Sandra Tomboloni ha pensato a questo progetto come a un'opera pronta ad accogliere il contributo di tutti e per andare incontro a tutti. Allora si è pensato di fare in modo che il lavoro non si fermasse lì e che il cantiere rimanesse in qualche maniera aperto. E' stato così costruito il carretto di Impuri Tour con gli stessi oggetti recuperati dai cassonetti e dalla discarica. Un carretto fatto di pancali, pezzi di legno, un asse da stiro abbandonata e un vecchio monopattino a fare da timone. Un carretto pronto ad accogliere, accanto ad alcune delle opere della Tomboloni, le idee di tutti, i disegni fatti dai ragazzi durante i laboratori, i pensieri di chi è passato per caso dalla mostra, un commento lasciato sul blog. Un carretto per portare in giro un messaggio e per raccoglierne di nuovi.

Il progetto è accompagnato da una fanzine sulla quale via via sono stati appuntati disegni, frasi, riflessioni, testi di canzoni sui temi dello spreco, dell'emarginazione e dell'uguaglianza, e una versione del blog www.homeless2013.tumblr.com stampata e pronta a fare da diario di bordo e guida. Una nuova fanzine sarà creata per accompagnare Impuri Tour e diventerà, insieme al carretto, il punto di raccolta di tutto il nuovo materiale. A maggio il carretto tornerà a Pontassieve con il suo preziosissimo carico!

Un progetto di:
Sandra Tomboloni & Collettivo Homeless#2013
Associazione Arte in Erba
Associazione Mooma
Associazione Spazio Off

 

Inaugurazione dell' installazione: Venerdì 14 marzo 2014, ore 17

 

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te