Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Il Terzo Occhio

 

21 maggio - 18 giugno 2016  - Vetrine e spazio espositivo

Mostra fotografica di Daniele Tirenni

Inaugurazione sabato 21 maggio, ore 17

 

Daniele Tirenni e il fascino del “Terzo Occhio”

Daniele è fotografo di poche parole e tale si è confermato anche quando, prima di mostrare al Gruppo Fotoamatori Pistoiesi le foto oggi in mostra presso la biblioteca, ci ha brevemente illustrato la filosofia tenacemente perseguita nello sviluppo di questo suo racconto per immagini:
"Prima di partire per l’India mi sono imposto di non fotografare né la miseria, né i bambini sporchi, né gli accattoni per strada e, seppur ne abbia visti tanti, così ho fatto perché quella doveva essere un’esperienza da cui trarre stimolo per narrare qualcosa di diverso, come appunto gli irripetibili stati d’animo che quelle figure o solo i loro volti suscitavano in me”.
Le sue foto illustrano le estreme e difficili condizioni di quanti vivono quell’universo poliedrico e variegato con la stessa, consapevole dignità che mostrano nell’attendervi anche la morte.
Nel guardare le fotografie, in molti abbiamo capito e condiviso il senso delle scarne quanto essenziali parole dell’autore apprezzando, al contempo, la sua estrema coerenza; qualcuno, più loquace e meglio disposto al dialogo con le proprie emozioni, ha invece riferito l’immenso valore della dignità umana che il fotografo, proprio attraverso gli sguardi e gli occhi di quelle persone, è riuscito a cogliere e a trasmettere nel rapido tempo di scatto di una reflex.
Qualcun altro, citando “Il Terzo Occhio” - che nella cultura indiana è quello degli Dei e permette di vedere la luce della verità - ha trovato nelle foto ancora di più e, andando lontano con la mente, è giunto oltre il visibile, riuscendo a provare le sensazioni uniche e assolute che toccano il cuore.
Forse per un’associazione di idee, c’è stato chi ha fatto notare come “Il Terzo Occhio” sia anche quello della macchina fotografica, allorché registra quanto noi talvolta cerchiamo di guardare, ma non riusciamo a vedere. Solo a quel punto, uno fra noi dei meno loquaci ma più riflessivi, ha suggerito come proprio “Il Terzo Occhio” potesse essere il titolo giusto per questa mostra che Daniele ci offre con profondo rispetto e autentica gioia. (Carlo Bartolini)



Daniele Tirenni è nato a Pistoia nel 1981. Appassionato fotografo, da sei anni è socio del Gruppo Fotoamatori Pistoiesi in cui è docente delle “Foto di paesaggio” all’annuale corso base che il fotoclub organizza.
Nel 2011, in occasione della presentazione del libro “I Gigli della memoria” di Patrizia Tocci, è stato uno dei fotografi partecipanti alla mostra allestita a Pistoia sul terremoto dell’Aquila. Ha fotografato diversi eventi come la notte bianca e il compleanno della biblioteca San Giorgio di Pistoia. Nel 2014 è stato un mese in India per raccontare, attraverso le foto del reportage “Il Terzo Occhio”, quella cultura tanto diversa dalla nostra.

 

Ad un clic da te