Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: Il film consigliato
 

Il film consigliato

In the mood for love

"In the mood for love" di Wong Kar-Wai

L'amore tra due persone nasce in modo spontaneo, ma per consolidarsi richiede un processo lungo e delicato. I gesti e gli sguardi sono fondamentali, ritraggono i sentimenti verso l'altra persona.

“In the mood for love” di Wong Kar-Wai, ambientato nella Hong Kong del 1962, racconta di un giornalista e di una segretaria, entrambi sposati, che si trasferiscono contemporaneamente in appartamenti adiacenti. Trascorrendo del tempo insieme, capiranno che i loro rispettivi coniugi sono diventati amanti...

In questa pellicola, l'eleganza e il calore delle immagini trasportano lo spettatore all'interno della dimensione emotiva descritta.

Anche la musica è mirata a confortare, con la sua bellezza, lo spirito di chi osserva, evidenziando i momenti della storia dove l'uomo e la donna si incrociano, diventano consapevoli della propria presenza e sognano l'amore che nella realtà non riescono a dimostrarsi.

Per tutta la durata, sono pochi i volti realmente distinguibili, oltre ai due protagonisti che sono sempre il fulcro di ogni inquadratura, illuminati da luci soffuse, mentre ascoltano voci fuori campo di persone di cui non interessa scoprirne l'aspetto, così che non influiscano con le loro realtà nella danza costante tra i due personaggi.

Loro stessi sono vestiti in modo raffinato per ogni occasione, anche nella più futile, presentandosi l'uno all'altra nel loro migliore aspetto e distinguendosi dal contesto urbano e degradato che incornicia i loro incontri. Non a caso la fotografia sceglie frequentemente di posizionarli all'estremità del quadro, lasciando spazio agli ambienti.

Il marito di lei e la moglie di lui non vengono mai fatti vedere, quasi come se non esistessero, ostacoli che impediscono ai protagonisti di manifestare l'interesse passionale che vive in entrambi.

Nella storia, il tempo passa senza che nessuno se ne renda conto, gli avvenimenti si succedono portando nella vita delle persone sviluppi che non influenzano lo spirito dell'opera, quando ciò che rimane invariato è il sentimento tra i due.

Il regista riesce a sviluppare il film senza esagerare nella drammaticità delle situazioni, regalando comunque emozioni forti che si esprimono nella poeticità dello stile.

“In the mood for love” è il titolo più adatto, perché è il mood, l'atmosfera, a condurre il viaggio di un amore destinato a plasmare la sensibilità dei due amanti.

László Krasznahorkai

Leggi l'articolo completo: testo copiato da http://www.indie-eye.it/cinema/recensioni/satantango-di-bela-tarr-ungheria-1994.htmlLászló Krasznahorkai
László Krasznahorkai

Leggi l'articolo completo: testo copiato da http://www.indie-eye.it/cinema/recensioni/satantango-di-bela-tarr-ungheria-1994.html
László Krasznahorkai

Leggi l'articolo completo: testo copiato da http://www.indie-eye.it/cinema/recensioni/satantango-di-bela-tarr-ungheria-1994.htm

Matteo Nesti (Progetto Alternanza Scuola Lavoro)

 

Archivio dei film consigliati

 

Ad un clic da te