Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: I no per amare
 

I no per amare

Non voglio andare all´asilo! Puoi darmi 20 euro per la festa di sabato? A questa e ad altre domande é possibile rispondere correttamente grazie al libro scritto dallo psicoterapeuta danese Jesper Juul, esperto in terapia familiare e autore di numerosi saggi. La tesi di questo volume è costruita su questo assunto: non solo è inevitabile, ma anzi necessario e benefico pronunciare dei “no” verso i nostri figli. Dire un no personale - come lo definisce l’autore - giustificato cioè dalle esigenze profonde e dalle convinzioni di chi lo pronuncia, come l’autore lo definisce, equivale a dire sì a se stessi e fornisce ai bimbi che lo subiscono un modello per la definizione della propria personalità. L’arte di dire "no" significa anche assumersi la responsabilità delle proprie azioni nell’interesse di tutti. Spesso ci preoccupiamo troppo delle esigenze dei nostri figli e tendiamo a rimuovere le nostre, anche quelle più elementari; questo atteggiamento a lungo termine genera una sensazione di frustrazione e di spossatezza che purtroppo viene fatta ricadere su tutti gli altri membri della famiglia. Da qui l’importanza di assumere un atteggiamento di rispetto in primis verso noi stessi e poi anche verso gli altri. Impartire questi concetti nella mente dei più piccoli è un’operazione faticosa (impossibile per i neonati che non hanno compiuto ancora i 18 mesi) ma necessaria: porre dei limiti alle richieste e desideri dei figli è un’azione doverosa da parte dei genitori per far sì che i bambini siano un domani individui adulti forti e sicuri di sé.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te