Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Attività >> Mostre ed esposizioni >> Archivio Mostre ed esposizioni >> I mattoncini LEGO in biblioteca
 

I mattoncini LEGO in biblioteca

17 - 28 febbraio 2017 - Vetrine e spazio espositivo

La storia di un giocattolo, diventato fenomeno culturale, raccontata tramite libri, set e creazioni originali
A cura di: Gianluca Cannalire, Nico Mascagni, Enrico Vannucchi

In occasione del 5° concorso internazionale di scienza robotica ‘First LEGO League’, l’associazione ItLUG – Italian LEGO Users Group, che raggruppa in tutta Italia gli appassionati adulti dei mattoncini danesi, organizza una esposizione di alcune opere, oggetti e testi, inerenti lo storico marchio LEGO, in cui si ripercorrono le fasi più importanti dell'evoluzione di un gioco che appassiona piccoli e grandi, dagli anni 30 ad oggi.
In mostra le riproduzioni dei treni Frecciarossa, ed alcuni dei set più simbolici del brand.

In occasione della mostra, sabato 18 febbraio, a partire dalle ore 9.00, sono previste conferenze e laboratori.

Locandina
(pdf, 1 Mb)

Negli anni Cinquanta nasce la produzione dei primi mattoncini di plastica, con l’incastro che permetteva costruzioni resistenti e ferme. Entrarono in commercio ventotto diversi tipi di costruzioni e svariati modelli di macchinine, tutte ovviamente da costruire con diversi e colorati Lego. Il pubblico però all’inizio non dimostrò grande entusiasmo per questa versione in plastica, era l’epoca dei giochi in legno o in latta, e la plastica era forse per quei tempi troppo avveniristica
Nel 1967 apparve sul mercato il Duplo, adatto ai bambini più piccoli, con la possibilità di avere a disposizione pezzi più grossi e facilmente maneggevoli per le manine più inesperte dei piccoli costruttori.
Nel 1968 la Lego affianca al giocattolo il parco tematico, uno dei primissimi al mondo dopo Disneyland, una specie di esposizione permanente delle potenzialità costruttive del mattoncino.
Nel 1977, per il solo popolo degli adulti appassionati del settore, uscirono i Lego Tecnic: costruzioni più complesse e con funzioni anche di movimento.
Nel 2000 i Lego ricevettero il premio come Miglior giocattolo del secolo, una bella soddisfazione per chi, da falegname, forse non avrebbe mai immaginato la strada e il lungo percorso che un semplice pezzettino di legno avrebbero potuto fare tra le mani di migliaia di bambini e di adulti.

 

 

Ad un clic da te