Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.
Sei qui: Info & contatti >> Risorse >> Fondi speciali >> Donazione Annapaola Campori Mettel >> Fondo Tipografia Elvetica Capolago
 

Fondo Tipografia Elvetica Capolago

Parte della Donazione Campori Mettel consta della collezione quasi completa dei libri editi dalla storica Tipografia Elvetica Capolago. Attiva dal 1830, dette alle stampe in particolar modo tra il 1844 e il 1853, sotto la proprietà dell’esule genovese Alessandro Repetti,  libri, giornali e proclami di patrioti ed esuli risorgimentali, perseguitati in territorio italiano dagli austriaci. Si stampavano le opere di Gioberti a Guerrazzi, di Tommaseo e Sismondi, passando per Balbo e d’Azeglio e molti altri, che poi venivano divulgare clandestinamente in Italia, in particolare per opera del comasco Luigi Dottesio. Fu proprio l’impiccagione di Dottesio, nell’autunno del 1851, a causare la chiusura delle attività nel 1853, anche perché il ritrovamento dei taccuini del Dottesio avevano messo una pericolosissima mole di informazioni sui rapporti tra la Tipografia e i patrioti italiani nelle mani dell’Austria, che poté così agire con determinazione verso l’imposizione della chiusura.

Conservati presso la Biblioteca Forteguerriana, i volumi di Capolago sono oggetto di “Il Risorgimento di carta: tesori della Tipografia Elvetica di Capolago”, una mostra bibliografica a cura di Giampaolo Perugi, ospitata dalla stessa Forteguerriana dal 4 luglio al 31 agosto 2017 .

 

Ad un clic da te