Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Ferenc Pintér: ri|sguardi

 

28 febbraio - 31 marzo 2020 - Art Box e Art Corner

Di formazione ungherese, Ferenc Pintér (1931-1980) fuggì da Budapest nel 1956 e si trasferì in Italia, dove, dal 1961 ininterrottamente per oltre 30 anni, lavorò nell'ufficio grafico della Mondadori, realizzando centinaia di copertine e illustrazioni di numerose collane editoriali. Notissima è la serie di copertine del Commissario Maigret di Simenon, ma anche quella delle collane Omnibus e Omnibus Gialli, per le quali realizzò anche originalissimi risguardi.

Ferenc Pintér, considerato uno dei più importanti illustratori europei, ha dedicato, come poche altri, il suo lavoro ai “gialli”. Negli Omnibus gialli - copertina rigida impressa su tela e illustrazione applicata – Pintér riesce a trasformare in vere e proprie icone le illustrazioni del racconto poliziesco. Partendo da un'idea-chiave in cui si riflette l'intero romanzo, anche disegnandone un particolare e puntando decisamente sul taglio grafico, Pintér ha creato, anno dopo anno, copertine che hanno fatto scuola, come quelle de I figli di mammasantissima, Lemmy Caution FBI, Hercule Poirot, piccolo grande uomo, 6 messaggi per Ellery Queen, L'eccellentissimo Nero Wolfe, Nick Carter la tredicesima spia.
Campione di sintesi, con pochi elementi essenziali e un impagabile tocco surreale, le sue immagini appaiono vere opere d’arte: “costituiscono l’estensione di un mare di parole in un’unica, perfetta, icona visiva, incarnano una storia in un’atmosfera istantanea.” Pochi elementi, essenziali: il tratto, le sagome, i colori, la tempera. E così eccoli, Grazia Deledda, Cesare Pavese, Fruttero e Lucentini, le serie di Maigret, Agatha Christie, ma anche i progetti di Pinocchio, Moby Dick, il Decamerone. Tutte le copertine di questo artista sono uniche, si distinguono alla prima occhiata.
“L’opera di Ferenc Pintér - sostiene Santo Alligo, autore di un'opera fondamentale su questo artista -stupisce e lascia ammirati oggi come ieri, per la qualità e la versatilità dei suoi linguaggi. Per quarant’anni le sue copertine, le sue illustrazioni e i suoi manifesti hanno contribuito ad affinare il gusto degli italiani, il suo lavoro, tutto di altissimo livello, e di tale quantità che è difficile non trovare in ogni casa italiana un libro con una copertina creata da lui. "

In mostra una selezione di riproduzioni delle immagini di risguardi e copertine di Pintér, assieme ad alcune opere delle collezioni Omnibus e Omnibus Gialli Mondadori per le quali ha curato l'immagine grafica.

 

Ad un clic da te