Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Dizionario dei sapori perduti
 

Dizionario dei sapori perduti

Dalla A di acqua alla Z di zucchina questo volumetto elenca tanti sapori perduti di una volta o magari ripescati al giorno d’oggi solo per moda. Dedicato alla memoria nostalgica del gusto, il testo propone alcuni esempi, noti alla maggior parte degli adulti: il baccalà comprato rigorosamente il venerdì al mercato, la polenta cotta per ore in un paiolo di rame, le merendine a base di pane e burro. La ricerca dei sapori perduti diviene anche il pretesto per i due autori, fratelli piemontesi nati a metà degli anni Cinquanta, per compiere un percorso a ritroso nel passato, soprattutto nei tempi in cui non si usava la parola pranzo senza intenderla sottesa a quella di famiglia.

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te