Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Costituzione italiana: articolo 9
 

Costituzione italiana: articolo 9

 

Tommaso Montanari, professore ordinario di Storia dell’arte moderna all’Università di Napoli e editorialista de La Repubblica, si è a lungo occupato nei suoi scritti di promozione e tutela dei beni culturali: ha infatti vinto il Premio Giorgio Bassani di Italia Nostra e ha ricevuto dal Presidente della Repubblica l’onorificenza di Commendatore «per il suo impegno a difesa del nostro patrimonio». In questo testo Montanari ci aiuta a capire l’articolo 9 della Costituzione italiana che così recita: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Secondo l’autore l’articolo 9 della Costituzione ha mutato irreversibilmente il ruolo del patrimonio storico e artistico italiano, facendone un segno visibile della sovranità dei cittadini, fino ad arrivare al paradosso che ognuno di noi può essere “proprietario” di un bene culturale. Oggi, dunque, la storia dell’arte non è più un sapere critico, ma un’industria di intrattenimento e fattore di regressione intellettuale: questa tesi è infatti documentata dal professor Montanari nel suo saggio edito da Einaudi Contro le mostre. Per capire come siamo arrivati a questo basterà seguire l’iter storico dell’articolo 9: durante la ricostruzione post-bellica lo Stato ha accolto la difficile sfida della ricostruzione e della valorizzazione del patrimonio culturale. Nel 1975 c’è stata la nascita del Ministero dei beni culturali che di fatto però non ha prodotto nessun risultato positivo. Negli anni novanta in poi la questione è precipitata con le privatizzazioni neoliberiste e successivamente si è inabissata definitivamente con le riforme Franceschini nel biennio 2014-2016. Di fatto, l’ultimo quindicennio ha visto un precipitoso allineamento dei beni culturali a ciò che era già successo in altri settori chiave del ‘pubblico’ (si pensi alla sanità, o all’università): fino ad una fase estrema e recentissima in cui, di fatto, si è messo in discussione il significato stesso di parole come cultura o tutela del bene comune.

 

Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Feed RSS per tutti i commenti

 

Ad un clic da te