Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Ceppo Ragazzi 2017

 

martedì 14 marzo 2017 - Auditorium Terzani

A 10 anni dall’esordio narrativo, Fabio Geda (1972, Torino) vince il Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza. Scrittore best seller di narrativa per ragazzi, con il successo consolidatosi col romanzo
Nel mare ci sono i coccodrilli e poi con L’estate alla fine del secolo, sarà al centro di un dialogo sulla tematica dell’infanzia difficile e sulla sua nuova saga intitolata Berlin (I fuochi di Tegel, L'alba di Alexanderplatz, La battaglia di Gropius)

In occasione della cerimonia di premiazione, Geda incontrerà gli studenti che hanno partecipato al premio Laboratorio Ceppo Ragazzi  e terrà la quinta delle Ceppo Ragazzi Lectures, intitolata “Il potente spettacolo della realtà nelle storie”.

Programma
ore 9.30
Fabio Geda incontra gli studenti delle secondarie di secondo grado partecipanti al Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi. Premiazione delle migliori recensioni con buoni libro offerti da Fondazione Giorgio Tesi Onlus.

ore 15.30
Cerimonia di consegna del 61° Premio Ceppo per l'infanzia e l'adolescenza allo scrittore Fabio Geda e premiazione delle migliori recensioni scritte e multimediali dei ragazzi aderenti al Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi. Presenti gli studenti delle secondarie di primo grado.

Queste le motivazioni della giuria per l'assegnazione del premio a Fabio Geda:
"Per aver messo al centro della narrazione il mondo giovanile con l’intento di trasmettere ai ragazzi, attraverso le sue storie, “la magia della narrazione e l’empatia”, dando loro la possibilità di crescere, di costruirsi delle opinioni e di diventare altro da sé...
Attraverso un percorso letterario concreto e autentico, che si snoda su sei parole chiave, Fabio Geda con grazia e lucidità racconta ai giovani lettori l’assenza, la solitudine, i ricordi, i libri e il pericolo tenendo sempre in primo piano il nutrimento che le storie offrono, la loro capacità di far acquisire ai lettori la consapevolezza della propria identità, dei propri desideri, e autentiche aspirazioni “una consapevolezza non da poco, visto che le storie educano alla complessità del mondo aiutandoci a scrivere la storia più importante di tutte: la storia del nostro futuro”


 

Ad un clic da te