Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

Sei qui: Attività >> Incontri e conferenze >> Leggere, raccontare, incontrarsi... >> Castello di Cireglio: una storia orale
 

Castello di Cireglio: una storia orale

sabato 20 aprile 2024, ore 17 - Sala Manzini

Presentazione del libro Castello di Cireglio: una storia orale. Lavorare sulla memoria di Giovanni Contini Bonacossi (Compagnia dei santi bevitori, 2023)

Intervengono Gian Bruno Ravenni e Claudio Rosati
Sarà presente l’autore

Invito
(pdf, 286 Kb)

Attraverso dodici interviste agli abitanti più anziani di Castello di Cireglio, piccolo borgo della Montagna pistoiese, il libro racconta la vita sulla montagna nella prima metà del Novecento. Racconta di una comunità che per secoli ha alternato la dura vita dei campi e la coltivazione del castagno alle migrazioni stagionali in Maremma. Ma racconta anche di un'economia solidale, basata su un diffuso comportamento altruistico, per cui ognuno riceveva l'aiuto degli altri nei momenti cruciali del ciclo agrario (la vangatura, la semina, la raccolta) o nella cura delle greggi (le pecore venivano raccolte in un unico gregge e portate al pascolo da ogni famiglia in proporzione al numero dei capi posseduti), per dare a sua volta lo stesso aiuto e far fronte con minor sacrificio alle incombenze quotidiane. Racconta, infine, il contributo di tutti i membri all'economia delle famiglie: degli uomini, ma anche dei bambini e dei ragazzi, che pascolavano le pecore, sbucciavano i pali di castagno e contribuivano ai lavori agricoli, e delle donne, le ragazze e le bambine, che ricamavano e vendevano a intermediari il frutto del loro lavoro.

Giovanni Contini Bonacossi ha alle spalle una lunga carriera internazionale di studioso e dirigente culturale. Alle esperienze in prestigiose strutture estere presso il King’s College di Cambridge, l’Università della California (UCLA), l’Università di Amsterdam, la Tokyo University e la Keio University in Giappone, ha affiancato numerosi incarichi come la direzione della sezione Archivi audiovisivi della Soprintendenza archivistica per la Toscana dal 1984 al 2014, la rappresentanza dell’Italia presso il comitato per la tradizione orale del Consiglio internazionale degli archivi, la partecipazione per conto del MIBACT alle attività di ricerca della Shoah Foundation di Los Angeles, la partecipazione al Comitato italiano dell’UNESCO per la salvaguardia dell’eredità immateriale, la docenza in storia contemporanea e archivistica all’Università La Sapienza di Roma e la presidenza dell’Associazione italiana di storia orale (AISO) dal 2013 al 2017. Dal 2020 è presidente dell'Istututo storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Pistoia. Tra i pionieri della storia orale nel nostro paese, Contini ha coniugato l’approccio storico e antropologico ad un rigoroso uso delle fonti, con una grande sensibilità verso il ruolo delle persone nel partecipare al processo storiografico. Si è occupato di memoria, lavoro, mondo contadino, Resistenza, stragi, Shoah. Ha organizzato innumerevoli seminari, conferenze e convegni.

In collaborazione con il Parco letterario Policarpo Petrocchi

 

 

Ad un clic da te