Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Archivio 2018

Una selezione dei nuovi libri destinati ai bambini (0-6 anni) entrati in biblioteca nel 2018

Allarme Rosso, Marco Scalcione, Minibombo, 2018
La vita quieta di un intero formicaio viene interrotta dal grido di emergenza “Allarme Rosso”! Molto agitata per aver visto qualcosa oltre i confini delle pagine, la formichina protagonista urla forte e insistentemente. Tutte le formiche abbandonano le loro occupazioni e accorrono in suo aiuto. Corrono precipitosamente verso una meta non ben definita fino a quando scoprono che non esiste alcun pericolo. Il lettore può finalmente tirare un sospiro di sollievo: le formiche stanno infatti dirigendosi verso un succulento spuntino! Il ribaltamento di prospettiva allenta la tensione e scatena il riso, la paura si scioglie nel sollievo della comprensione. Il libro parla attraverso la forza espressiva delle immagini di Marco Scalcione che con solo due parole “Allarme Rosso” ci racconta una storia divertente e dal finale imprevedibile

Dov'è Meo?, Jeanne Ashbé, Babalibri, 2018
Il piccolo Michi ha perso il suo amato Meo, il gattino di peluche che porta sempre in giro con sé. Lo cerca in ogni angolo della casa: sotto il letto, nell'armadio, nella cuccia del gatto, ma non lo trova! C'è un posto, però, dove quel golosone di Meo ama nascondersi: è la dispensa dei biscotti! Adesso che si sono ritrovati, i due spariscono insieme: dove sono finiti? Spetta ai piccoli lettori scoprirlo! “Dov'è Meo?" è un libro pop-up di grandi dimensioni, con il testo in rima e le pagine scorrevoli, capace di stimolare il divertimento e la curiosità dei più piccoli.

Cosa fanno le bambine? ; Cosa fanno i bambini?, Irene Biemmi, Giunti, 2018
Ideato e curato da Irene Biemmi, esperta di pedagogia di genere e pari opportunità, il libro ha l'obiettivo di sensibilizzare le famiglie e la scuola alla cultura di genere fin dalla tenera età: è proprio infatti nei primissimi mesi di vita che, pur inconsapevolmente, gli adulti trasmettono ai bambini gli stereotipi sui comportamenti tipicamente femminili o maschili, su quello che fanno le femmine e quello che fanno i maschi. Il messaggio dell'opera è chiarissimo: maschi e femmine fanno le stesse identiche cose! L'albo è illustrato da Silvia Baroncelli che ha creato ad hoc scenette buffissime e molto efficaci. La soluzione cartotecnica adottata permette di aprire contemporaneamente la pagina dedicata ai bambini e quella corrispondente dedicata alle bambine. Un modo ancor più efficace per far pensare subito alla parità!

L'orto di Simone, Rocìo Alejandro, Kalandraka, 2018
Finalmente è arrivata la primavera e il coniglio Simone, come ogni anno, si prepara per la semina delle carote, ma sul più bello arriva l'imprevedibile: arrivano Paolo, Cora, Isidoro e tanti altri amici, ognuno con la sua idea, ognuno con un ortaggio da piantare. Simone, visibilmente turbato da quest'invasione, sparisce e nessuno sa dov'è, ma niente paura: il coniglietto sorprenderà tutti, restituendo valore al lavoro fatto insieme attraverso un'insegna con su scritto “Orto di tutti”. Un albo perfetto non solo per bambini, ma anche per adulti che insegna l'importanza dell'autonomia e soprattutto del confronto con gli altri. Con "L’orto di Simone", Rocío Alejandro, autrice e illustratrice argentina, ha vinto il "X Premio Internazionale Compostela per albi illustrati 2017".

Il lupo è ritornato, Geoffroy de Pennart, Babalibri, 2018
Il signor Coniglio ha appena letto sul giornale che il lupo è ritornato. La terribile notizie si diffonde in gran fretta tra i personaggi delle fiabe: i tre porcellini, Cappuccetto Rosso, l'agnellino, la signora Capra con i suoi sette cuccioli e Pierino corrono spaventati a casa del coniglio. Sono tutti seduti a tavola quando, all'improvviso, bussano insistentemente alla porta... Chi sarà? Un albo illustrato dal finale inaspettato e ironico capace di trasformare la paura di incontrare il lupo nel piacere di una nuova amicizia.

La bambina che andava a pile, Monica Taini, Uovonero, 2018
Questo albo è l'opera d'esordio di una giovanissima autrice bresciana cresciuta con una sordità profonda diagnosticata a due anni e con un impianto cocleare posizionato all'età di 10. Proprio l'esperienza della sua infanzia, così particolare e distante da quella della maggior parte dei bambini, è protagonista del libro: una serie di riflessioni su cosa significhi vivere la sordità in un mondo di udenti, quando le parole fuggono e il buio ti è ostile, quando ti sforzi per parlare con due voci – la bocca e le mani – e non sai qual è la più forte, quando non sai se sei diversa tu o se lo siano gli altri. Un storia semplice e diretta – poche parole e pochissime illustrazioni in bianco e nero - che racconta cosa significa crescere, accettarsi ed affermare la propria identità quando sei una bambina non udente.

La tigre di Anatolio, Guia Risari, Beisler editore, 2018
Il piccolo Anatolio ha una passione innata per le tigri: le disegna, indossa pantofole striate e talvolta, quando è arrabbiato, gli scappa anche un ruggito. Il fatto più sorprendente è che il bambino ha una tigre per amica, una tigre in carne e ossa, che pesa 250 chili ed è lunga ben tre metri. Un tigre feroce e famelica, ma che accanto a lui è docile e affettuosa. Le loro giornate insieme trascorrono serene e veloci, fino a quando, una sera, la tigre si toglie il proprio vestito e diventa un gatto! Una storia imprevedibile di un'amicizia veramente insolita. Il libro è scritto in stampatello maiuscolo e fa parte della collana "Leggo già", che usa il Font TestMe, studiato appositamente per facilitare la lettura, e una speciale carta avoriata.

L'elefante sulla Luna, Gosia Herba, Matilda, 2018
Ogni sera un'astronoma osserva la Luna dal suo telescopio, fino a quando, una notte fa una scoperta incredibile: sulla Luna c'è un elefante! Come è possibile? Tutti si prendono gioco di lei e la Società Lunare si rifiuta di crederle, ma niente paura: la nostra eroina, si costruisce un razzo, prepara i bagagli e parte per la Luna. Qui finalmente incontra il grande pachiderma che solo lei, dalla Terra, era stata in grado di vedere e con grande stupore scopre che si tratta un elefante magazziniere. Un magazziniere che tiene in ordine tutte quelle cose che gli uomini sprecano: l’acqua, il cibo e le promesse disattese. Una storia di coraggio, passione e determinazione nel perseguire i propri sogni che offre un importante spunto di riflessione sul tema dello spreco. Le illustrazioni che accompagnano il testo sono dell’artista polacca Gosia Herbai, debitrice di Picasso per l’uso delle forme e delle tonalità di blu. 

Nina e Teo, Antonio Ventura, Kalandraka, 2018
Un momento di straordinaria quotidianità di una bambina e del suo gatto: Nina, seduta a terra, legge insieme a Teo il suo libro preferito. Nina parla e le sue parole si intrecciano ai pensieri di Teo, che ascolta condiscendente, creando in tal modo un dialogo sospeso tra realtà e fantasia, un gioco d'intesa tra Nina e il suo inseparabile amico a quattro zampe. Tra loro s'inserisce il libro che la bambina legge ad alta voce. Non a caso si tratta di un'opera di Gabrielle Vincent, la celebre creatrice belga dei libri di “Ernest e Celestine” a cui gli autori dedicano “Nina e Teo”. Il testo è scritto in tre colori: nero per il narratore, verde per le parole della bambina, colore con cui anche lei è raffigurata, e marrone per il gatto, come il suo pelo. Il libro, che ha ricevuto la menzione speciale del “IX Premio Internazionale Campostela per Albi Illustrati”, è un elogio alla lettura, al piacere di raccontare e ascoltare storie, un invito a comunicare attraverso l'arte della narrazione
                                                                       
Perché i moscerini sono sempre felici, Marco Viale, Giralangolo, 2018
Perché i moscerini sono sempre allegri? Non hanno mai caldo, non temono i rumori, il vento e la gran folla. Mangiano e bevono quando vogliono, si riposano quando hanno sonno, sono velocissimi senza muovere un'ala, restano piccolissimi anche quando sono ormai grandi e non hanno paura assolutamente di niente. Sarà per tutti questi motivi che sono sempre sereni? Tutti se lo chiedono, ma nessuno conosce la risposta, fino a quando un giorno, molti, decidono di interpellare direttamente i moscerini... Un albo ironico per bambine e bambini curiosi.

Giallo Max, Tersa Porcella, Giralangolo, 2018
C'erano una volta il piccolo Max, il cane Felix, la noiosissima pulce Alix e il signor Sprix, domatore di Alix e giocoliere nel circo Minimaxi della città di Brix. In questa stramba cittadina si trova l'aeroporto Airix, un scalo aereo in piena regola, con tanto di torre di controllo e parcheggio per le automobili. Qui, sulla pista numero tre, è appena atterrato un aereo - o forse un aeroplanino – da cui scende sorridente il pilota Diego che, finito il turno lavorativo, corre a casa ad abbracciare il suo bambino! Ma chi è Diego? I piccoli lettori sono invitati a scoprirlo! Un rompicapo da risolvere, una caccia al tesoro tra le illustrazioni, un giallo che mette in gioco il magico potere della fantasia infantile.

Il carretto di Max, Barbro Lindgren & Eva Eriksson, Bohem press, 2018
Max raccoglie i suoi giocattoli e li porta a fare un giro sul carretto. Il cagnolone di famiglia non vuol essere da meno e si unisce alla comitiva. Nel tragitto dal salotto al giardino l’orsetto di peluche, la palla e la macchinina verde cadono a terra. Il viaggio si interrompe e il cane recupera gli oggetti. Ahimè, gli imprevisti non sono finiti: il biscotto scivola sul prato, il quadrupede lo raccoglie, ma in men che non si dica il dolcetto scompare misteriosamente! Dove sarà finito? Un’avventura di straordinaria quotidianità dedicata ai più piccoli.

 

Ad un clic da te