Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

Allegretto scherzando

9 marzo - 29 marzo 2024 - Vetrine e spazi espositivi interni

Allegretto scherzando / mostra di Giusi Bartolini

Sabato 9 marzo alle ore 17.30 inaugurazione della mostra con l'artista.
Intervengono Elena Zucconi, Luca Pacini e Giovanna Sottosanti.

Invito
(pdf, 1,26 Mb)

 

“Allegretto Scherzando”, è una sorta di viaggio virtuale nell’immaginario fantastico dell’autrice, che attraverso le sue opere, ci racconta la sua passione per la musica e per l’arte utilizzando il linguaggio che le è più congeniale, cioè quello dell’ironia e del nonsense.

La mostra si articola in una serie di grandi tableaux colorati, di un genere che potremmo definire “surrealismo pop”, una sorta di connubio tra arte e fumetto, che sono spesso organizzati in serie come le sequenze di un cartoon. Su di essi agiscono alcuni buffi personaggi, primo tra tutti il coccodrillo Crack the Crock, personaggio brevettato dall’autrice e che ne costituisce una sorta di alter ego autobiografico, essendo lei stata, da bambina, una specie di enfant terrible che usava combinare malestri per poi piangere calde lacrime di pentimento (le lacrime di coccodrillo appunto…). Il coccodrillo quindi, accompagnato talvolta da strani personaggi comprimari, tra cui Swrap the Cat, il gatto realmente esistente di un amico musicista, costituisce il il filo conduttore di questo percorso pittorico ed è protagonista delle due tipologie di opere in cui è articolata la mostra, quelle ispirate alla musica e quelle ispirate alla storia dell’arte.

Le tele di ispirazione musicale costituiscono una parte molto importante della mostra e sono ispirate all’opera lirica ed al balletto classico. Su di esse, come nei bozzetti dello scenografo e del costumista, il coccodrillo e i suoi compari si divertono a rappresentare le opere liriche, riproducendo in modo ironico ambientazioni e situazioni e, a volte, divertendosi pure a ribaltarne il finale, come nel caso della Madama Butterly di Giacomo Puccini, dove lo spregevole marinaio americano Pinkerton finirà mangiato dal coccodrillo. A Giacomo Puccini, ricorrendo nel 2024 l’anno del centenario, sarà dedicata la maggior parte delle opere di questa sezione.

L’altro tema della mostra è la rilettura in chiave umoristica dei capolavori più iconici della storia dell’arte, che il coccodrillo Crack the Crock si diverte a reinterpretare, come nel caso della Venere del Botticelli, della Ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer o della Ophelia di Millais.

Le opere esposte sono realizzate con tecnica mista su tela o cartone telato, oppure, in alcuni casi, si tratta della stampa su alluminio satinato di opere realizzate digitalmente.

 

Giuseppina Bartolini, conosciuta come Giusi Bartolini, vive e lavora a Pistoia.
Il suo percorso creativo, che si sviluppa attraverso un lavoro di ricerca e sperimentazione da autodidatta, inizia nel 2011 come vignettista, con la creazione dei personaggi Swrap the Cat, il gatto nero, e Crack the Crock, il coccodrillo. Questi personaggi sono protagonisti di un ciclo di illustrazioni umoristiche di ispirazione musicale delle quali l’autrice inizia la pubblicazione sui social network. Tra le altre esperienze di questo primo periodo sono da ricordare la prima mostra personale, organizzata dal Comune di Citerna (Perugia), e la collaborazione con la scrittrice Laura Vignali come illustratrice dei suoi romanzi e racconti gialli.
Dalle illustrazioni su carta di carattere vignettistico il percorso creativo dell’autrice evolve arrivando alla pittura su tela ma conservando le tematiche delle illustrazioni originarie rilette in una sorta di surrealismo pop. Si tratta di grandi opere, su tela o su cartone, molto colorate e spesso organizzate come le sequenze di un cartoon, realizzate con una tecnica mista che può comprendere di volta in volta pittura acrilica, spray, resina epossidica, elementi di collage o vari tipi di pastelli.
La prima esposizione di queste opere avviene nell’ambito della Collettiva aprile 2014, organizzata dalla Galleria Farini Arte Contemporanea Bologna. Successivamente, dopo aver collaborato con negozi d’arte della Toscana, nel dicembre del 2018, inaugura il proprio atelier di pittura in Via Carducci 29 a Pistoia, dove espone in permanenza le sue opere.
Nel giugno del 2019 a Pietrasanta, presso gli spazi espositivi della casa editrice Petrartedizioni, con la mostra personale dal titolo “Allegretto scherzando. Divertimenti in musica di Giusi Bartolini” prende inizio il progetto dall’omonimo titolo, centrato sul racconto per immagini delle trame delle opere e del balletto classico: un progetto ampliabile e modulabile che si adatta nel tempo a vari contesti espositivi, e a cui afferisce anche la mostra in Biblioteca San Giorgio di questi giorni.
Da questa idea e dalla necessità dell'autrice di raccontare, anche in forma scritta, le storie che sono alla base dell’ispirazione dei suoi dipinti, nasce la pubblicazione: "Allegretto Scherzando - Da Puccini a Verdi, Dvorak, Adam, Rimsky Korsakov, Stravinsky e Tchaikovsky. Le disavventure tra pittura e musica di Giusi, Swrap the Cat e Crack the Crock", finita di realizzare nel dicembre 2019 e pubblicata nel gennaio del 2020.

 

Ad un clic da te