Biblioteca San Giorgio, Pistoia


Salta i link dei verbi.

I verbi della San Giorgio.

 

15 scrittori per ragazzi per festeggiare i 150 anni dell'Unità d'Italia

 

VI edizione - 55° Ceppo

Nel 2011, per festeggiare il 55° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia nell’ambito del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, l’Accademia Pistoiese del Ceppo ha istituito un nuovo concorso: il Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi per ricordare “Valeriano Cecconi” (1925-2007), storico segretario della Giuria del Premio, cronista e giornalista insigne del quotidiano “La Nazione” di Pistoia.
Data la particolare occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, furono selezionati 15 libri di autori italiani che hanno posto al centro della scrittura l’Italia in qualsiasi aspetto:

28. Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio: storia di un burattino
Costruito dal falegname Geppetto e protetto dalla Fata Turchina il burattino di legno Pinocchio li fa disperare a lungo entrambi, tra bugie, marachelle e promesse non mantenute, prima di trasformarsi finalmente in bambino.

29. Italo Calvino, Il barone rampante
Ambientate nella seconda metà del Settecento, e narrate da suo fratello, le avventure di Cosimo, che per una decisione di gioventù, presa a causa di un contrasto con l'autorità paterna, trascorre tutta la vita sugli alberi.

30. Collodi Nipote, Sussi e Biribissi: storia di un viaggio verso il centro della Terra
Desiderosi d'imitare le gesta lette in Viaggio al centro della Terra di Verne due tredicenni fiorentini, l'obeso Sussi e il magrissimo Biribissi, s'inoltrano nelle fognature urbane, andando incontro a un bel po' di guai!

31. Edmondo De Amicis, Cuore
Un anno di terza elementare, fra il 1881 e l'82, narrato in forma di diario da un undicenne torinese della media borghesia: i compagni di classe, i racconti mensili, i piccoli eventi quotidiani, l'atmosfera patriottica.

32. Lia Levi, La ragazza della foto
Il sessantennale della Liberazione offre a Federica, 13 anni, romana, l'occasione di farsi confidare dalla nonna i suoi ricordi di giovanissima partigiana e di scoprire insieme a lei un segreto rimasto troppo a lungo sepolto.

33. Luisa Mattia, I jeans di Garibaldi, ovvero Come Celestina vinse la sua battaglia
1860: Giuseppe, dodicenne piemontese al seguito del padre medico nella spedizione dei Mille in Sicilia, conosce Celestina, una coetanea orfana di madre decisa a recuperare la mula che le è stata requisita dai garibaldini.

34. Bianca Pitzorno, Ascolta il mio cuore
Cronaca di un anno di scuola negli anni '50 e della strenua battaglia quotidiana, tra lacrime e risate, di tre bambine, grandi amiche, contro l'ingiusta maestra, servile con le più ricche e spietata con le più povere.

35. Roberto Piumini, Lo stralisco
Nell'antica Turchia un ricco signore chiama un pittore a dipingere i suoi bei paesaggi sulle pareti della casa affinché il figlio, costretto a letto da una grave malattia, possa vedere cose mai viste.

36. Giusi Quarenghi, Io sono tu sei
Grazie a un progetto lanciato dalla biblioteca locale Beatrice e Aziza, italiana e marocchina, cominciano a scrivere ciascuna la vita dell'altra e imparano così a conoscersi.

37. Mario Rigoni Stern, Il sergente nella neve
La campagna di Russia e la ritirata dei soldati italiani, nell'inverno tra il 1942 e il 1943, nel racconto autobiografico dell'autore: la vita nelle trincee, le battaglie, le marce, il freddo, la morte dei compagni.

38. Gianni Rodari, Le avventure di Cipollino
Cipollino va in giro per il mondo e conosce così molti personaggi, sia di buon cuore, come il sor Zucchina, Pero Pera e Mastro Uvetta, sia prepotenti e arraffoni, come il cavalier Pomodoro.

39. Lucia Tumiati, Il mio amico invisibile
Povero Gianni: i suoi hanno deciso di traslocare e a lui non va proprio giù! Ma durante il viaggio in auto si consola parlando con l'amico invisibile, che lo incita, comprende le sue emozioni e rievoca con lui numerosi ricordi.

40. Vamba, Il giornalino di Gian Burrasca
Giannino Stoppani, detto Gian Burrasca, ha un'abilità incredibile nel combinare guai e marachelle, che annota poi scrupolosamente sul suo amato diario.

41. Donatella Ziliotto, Un chilo di piume un chilo di piombo
Nella Trieste della seconda guerra mondiale una ragazzina si guarda intorno, osserva quanto accade e trascrive nel suo diario le abitudini che cambiano, la famiglia, la scuola, le amiche, il passaggio all'adolescenza.

42. Gianna Manzini, Ritratto in piedi
Il ritratto, appassionato quanto combattuto e sofferto, che la scrittrice fa del padre, Giuseppe Manzini, anarchico.


Scheda a cura di Ilaria Tagliaferri e Paolo Fabrizio Iacuzzi. La bibliografia è stata redatta con l’aiuto delle schede di LiBeR Database.

 

Ad un clic da te